Tempo di lettura: 5 minuti

Continua senza intoppi la marcia della capolista San Pio X Mantova (Asan 16) che nella 6ª giornata del girone Verde 1 si impone nel derby mantovano contro il fanalino di coda Negrini Quistello (Maione 14) e mantiene 4 punti di vantaggio sul gruppo inseguitore.

All’inseguimento della formazione virgiliana troviamo la coppia composta da E’Più Casalmaggiore ed Opel Bonavanenti Manerbio. I casalaschi (Raskovic 21) dopo il successo nel recupero infrasettimanale sul campo della Sas Lic Verolanuova concedono il bis e superano in trasferta la Junior Curtatone (Barrotta 18) dopo aver recuperato un passivo di 19 lunghezze. Insieme alla formazione di coach Parazzi come detto troviamo i bresciani della Opel Bonaventi Manerbio (Marchetti 16) che in rimonta superano in trasferta la Sas Lic Verolanuova alla quale non sono bastati i 21 punti di Paderno.

Appena sotto la coppia casalasco-bresciana troviamo la composta da Phintos Montichiari ed Almac Viadana che si sono affrontate nello scontro diretto e che al termine di un match equilibrato ha visto prevalere la compagine virgiliana trascinata dai 16 punti della coppia Neri e Margini, mentre per i monteclarensi non sono bastati i 19 punti del solito Delibasic. Appena sotto troviamo la Sas Lic Verolanuova che sciupa un vantaggio di una decina di lunghezze e viene superata in volata dalla vice capolista Opel Bonaventi; mentre in coda troviamo la coppia mantovana composta da Junior Curtatone e Negrini Quistello, superate rispettivamente da E’Più Casalmaggiore e San Pio X Mantova.

Curtatone (MN) – Seconda vittoria consecutiva nel giro di pochi giorni per una rilanciata E’Più Casalmaggiore che dopo aver trionfato nel recupero sul campo della Sas Pellico Verolanuova, i ragazzi del presidente Zerbini concedono il bis e superano in rimonta i mantovani della Junior Curtatone con il punteggio finale di 66 a 76 e salgono al 2° posto in classifica generale alle spalle della capolista imbattuta San Pio X Mantova.

La gara si mette subito in salita per i ragazzi di coach Parazzi che rispetto al turno precedente recupera capitan Marchini e Lombardi ma deve rinunciare all’infortunato Frisullo; mentre dall’altra parte coach Bortesi si presenta in formazione tipo. Il match si mette subito male per i casalaschi che subiscono la vivacità e la freschezza dei giovani mantovani ed il 1° quarto è da dimenticare, chiudendosi sul punteggio di 26 a 10. Nella 2ª frazione Marchini e compagni recuperano in minima parte lo svantaggio e grazie anche ad una difesa più attenta rispetto al mini quarto precedente provano a portarsi intorno alle 10 lunghezze di vantaggio, andando all’intervallo sul punteggio di 42 a 30.

Al rientro dagli spogliatoi si scatena l’ex Raskovic; il resto lo fa la difesa che concede solo 9 punti ai padroni di casa e grazie ad una tripla di Rossi chiude la 3ª frazione con un solo possesso pieno da recuperare, chiudendo a -3 sul risultato di 51 a 48. L’ultimo quarto si apre con la tripla di capitan Marchini che pareggia i conti a quota 51, poi Curtatone con 2 triple di Barrotta e Vukubrat rimette la testa avanti riportandosi a +6, ma l’E’Più è più calda che mai e trascinati dal trio Marchini, Raskovic e Gaudenzi quest’ultimo uno dei migliori in campo ribalta il punteggio e prende un discreto vantaggio che risulterà decisivo per poter chiudere il match sul 66 a 76 finale.

JUNIOR CURTATONE-E’PIU’CASALMAGGIORE 66-76
PARZIALI: 26-10, 42-30, 51-48
JUNIOR CURTATONE: Dubois 12, Joksimovic, Barrotta 18, G.Dall’Ora, L.Dall’Ora, Vukubrat 10, Masenelli, Roversi 4, Braghini 5, Carpi, Railans 5, Pasquino 7. All.: Bortesi.
Nessuno uscito per 5 falli.
E’PIU’CASALMAGGIORE: Verzellesi 11, Lombardi, Donzelli, Orlandelli, Rossi 10, Guerra, Mangiapane 3, Raskovic 21, Gaudenzi 20, Marchini 11, Bosio, Assensi. All.: Parazzi.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Consonni di Ambivere (BG) e Prandolini di Brescia.


Nella 6ª giornata nel girone Verde 2 un terzetto è al comando; si tratta dell’Excelsior Bergamo (Ondei 21) che passa sul campo della Forti e Liberi Monza 1878 (Nobis 20), la Italcontrol Villasanta (Morse 18) che si impone in casa contro la Blu Orobica Bergamo (Zonca 16) e la Tecnofondi Ome (Bianchi 19) che supera in trasferta i bergamaschi del Bottanuco (Vitali 12).

Appena sotto troviamo la coppia composta da Robur et Fides Somaglia e Crema Assicurazioni Ombriano che si sono affrontate nello scontro diretto nel quale ha prevalso in rimonta la compagine lodigiana capace di recuperare un gap di 13 lunghezze grazie ai 17 punti di Andena, mentre per i cremaschi che recuperavano il lungo Bonacina Dedè e Simone Lecchi hanno chiuso con 12 punti. Appena sotto segno del sostanziale equilibrio troviamo il terzetto composto da Blu Orobica Bergamo, Bottanuco e Forti e Liberi Monza sconfitte rispettivamente da Italcontrol Villasanta, Excelsior Bergamo e Tecnofondi Ome.

Codogno (LO) – Grossa occasione sprecata per la Crema Assicurazioni Ombriano che dilapida un vantaggio in doppia cifra e viene sconfitta dai padroni di casa della Robur et Fides Somaglia di misura con il risultato finale di 68 a 65.

L’inizio è favorevole ai locali che dopo un inizio con il freno a mano tirato grazie ad un canestro di Paulinus si portano sul 10 a 4 all’8′; nel finale reazione dei cremaschi che sull’asse Pietro Lecchi, Ghislandi e l’ex Tasso ribaltano il punteggio chiudendo con un solo punto di vantaggio sul 10 ad 11. Nella 2ª frazione Ombriano alza il ritmo sia in difesa dove Fall e Ghislandi limitano il giovane Gherardini; mentre in attacco si segnalano Airoldi e Simone Lecchi che nel finale piazzano 2 triple spaccagambe e si va all’intervallo sul punteggio di 24 a 37.

Al rientro dagli spogliatoi Ombriano si scioglie come neve al sole e Somaglia con Andena e l’ex Boccalini bucano da ogni posizione e ristabiliscono la parità a quota 37. Nel finale si procede punto a punto e Dedè autore di 8 punti consecutivi riporta avanti i rossoneri che chiudono con un vantaggio di sole 3 lunghezze sul risultato di 42 a 45. Negli ultimi 10 minuti si procede in equilibrio, poi al 38′ Simone Lecchi con un paio di canestri riporta i suoi a +5, ma i padroni di casa nel giro di 90” ribaltano il punteggio portandosi avanti di 2 lunghezze. Sul capovolgimento di fronte Airoldi sigla il 59 pari, poi lo stesso giocatore dispone del match ball ma la palla si spegne sul ferro ed esce mandando le due squadre ai supplementari. Nell’extra time l’ex Boccalini con una tripla riporta avanti i lodigiani, ma Ombriano non ci sta e la coppia Fall-Dedè riporta avanti i rossoneri sul 64 a 65 a 20” dalla fine. Sembra fatta ma Andena con una tripla ribalta il punteggio regalando la vittoria ai padroni di casa.

ROBUR ET FIDES SOMAGLIA-CREMA ASSICURAZIONI OMBRIANO 68-65
PARZIALI: 10-11, 24-37, 42-45, 59-59
ROBUR ET FIDES SOMAGLIA: Andena 17, Paulinus 11, Boselli 5, Boccalini 14, Joksimovic, Bertola 7, Cianciola n.e., Carminati, Rana n.e., Gherardini 8, Donzelli n.e. All.: Gamba.
Nessuno uscito per 5 falli.
CREMA ASSICURAZIONI OMBRIANO: Dedè 12, Airoldi 7, Fall 7, Ghislandi 5, S.Lecchi 12, Basso Ricci, Bonacina, Tasso 5, Turco 3, Ravanelli 4, P.Lecchi 4, Donati 6. All.: Bergamaschi.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Montanari di San Giorgio Bigarello (MN) e Bosini di Cremona.