Tempo di lettura: 3 minuti

Pescarolo ed Uniti (CR) – Grazie all’intraprendete Presidente Laura Vacchelli, l’ANCR sezione “M.O.V.M. S.Ten.R. Ruggeri“ di Pescarolo ed Uniti ha fatto sentire in questi giorni la sua presenza nella comunità, ai soci e ai simpatizzanti, con la diffusione del comunicato n° 2/2022.

Il notiziario si apre con una bella inquadratura dello sventolio del tricolore dal pennone della scuola materna di Pieve Terzagni. A corredo del tricolore alcuni bellissimi versi riferiti ai colori dello stesso come “con il candore della purezza, la fiamma dell’amore e il verde della speme,  io ti porto nel mio cuore” unitamente a un breve commento riguardante il fatto che le nostre scuole, primaria e infanzia, siano tra le poche a livello Nazionale dove l’ANCR ha voluto installare il pennone per il tricolore, perché i bambini ogni giorno possano vederlo e imparare ad amarlo e rispettarlo.

La pubblicazione ANCR prosegue ricordando il 18 marzo 2018 di ben quattro anni prima, tempo che corre veloce, quando avvenne l’inaugurazione, dopo una lunga attesa, del monumento di via Roma, la Presidente, ricordando quel giorno, ha espresso il suo forte grazie a tutti coloro che hanno lavorato per arrivare a questo importante momento. Si ricorda poi un altro importante momento del costante dialogo che l’Associazione ha avuto con le scuole, e una conferma ne è stata la consegna, in occasione della Pasqua 2022 nella giornata di venerdì 8 aprile 2022, di alcuni ovetti di cioccolato unitamente ad un messaggio di Gianni Rodari che si concluse con un ”Viva la pace, abbasso la guerra“. La Presidente stessa precisa che il gesto da lei fortemente voluto aveva raccolto poi un unanime di tutto il Consiglio Direttivo. E’ seguito poi un ricordo alla locandina che preannunciava la celebrazione della Festa della liberazione, per il 25 aprile 2022 con una sintesi dello svolgimento della giornata, unitamente ad alcune foto dei vari momenti, dalla deposizione della corona al monumento di via Roma, con la presenza del Sindaco e del parroco Don Thomas, alle deposizioni di fiori al cimitero di Pescarolo, al cippo di Marino Rigoni all’angolo delle vie Battisti e Zanetti, alla nicchia dei Caduti a Pieve Terzagni e al cippo dedicato a Rosolino Gosi, a lato della strada comunale, nei pressi della SS10.

Infine si ricorda il comunicato distribuito in previsione della Festa della Repubblica e un ricordo del 2 giugno 1946 con la scheda tipo del referendum con la quale si invitavano i cittadini ad esprimere il loro parere in favore della Repubblica o della Monarchia, il tutto corredato da varie notizie del tempo riportate anche dai giornali. A corredo una sintesi della celebrazione della festa, svoltasi il primo giugno di questo stesso anno per consentire il coinvolgimento della scuola, e garantire la presenza dei bambini e la presentazione da parte degli stessi, nell’area verde accanto al monumento, dei lavori fatti in occasione dell’importante ricorrenza. La pubblicazione ANCR si conclude con una pagina relativa a un altro momento importante della storia della nostra Italia: il 4 giugno 1911, con l’inaugurazione nel 2011 de “Il Vittoriano” intitolato al primo Re d’Italia dell’epoca moderna che portò a compimento il processo di Unificazione Italiana e per questo chiamato poi “Padre della Patria”.