Dopo il successo riscosso in Francia, approda anche in Italia VizEat, una nuova piattaforma “sociale” e di condivisione. Cosa si condivide? La casa e, soprattutto, una tavola ben imbandita.

VizEat consente di organizzare eventi culinari o semplici cene, pranzi e colazioni a casa propria. Piano piano è diventata una community che coniuga convivialità e viaggio e che si rivolge a tutti i possibili ospiti locali che vogliano accogliere alla loro tavola i viaggiatori di passaggio e a tutti quelli desiderosi di conoscere una regione o un Paese in modo originale. Per l’appunto passando dalla cucina.

VizEat è presente nelle principali località di mare europee, ma anche nelle capitali, e offre menù e selezioni gastronomiche con migliaia di proposte che arrivano da un network che conta ormai più di 1.500 ospiti presenti in più di 55 Paesi.

Dalle ricette di pesce ai menù tipicamente vegetariani, alle particolarità a base di carne fino alle sessioni di live cooking e a superbi menu vegani.

Tra le proposte (ma è davvero difficile scegliere…) si va dai sapori della cucina spagnola gustata sul lungomare di Nizza al brunch in un trullo pugliese, dai piatti tipici siciliani nel golfo di Trapani al menù “gluten-free” a Cannes.

Con prezzi che variano dai 10 ai 40 euro a testa. Ma c’è anche chi, come Samuel, in una terrazza di Prenzlauer Berg a Berlino offre un brunch a 9 euro.