Tempo di lettura: < 1 minuto

Con l’approvazione del Decreto Sostegni bis è stata incrementata la dotazione degli aiuti disponibili per le imprese del settore tessile e moda, già previsti (ma non attuati) dal Decreto Rilancio. Ci sono 95 milioni di euro per il 2021 e 150 milioni per il 2022.

Le imprese che operano nell’industria del tessile e della moda, del calzaturiero e della pelletteria (TMA) possono beneficiare per il 2020 e 2021 di un credito di imposta pari al 30% del valore delle rimanenze finali di magazzino che eccede la media del medesimo valore registrato nei tre periodi d’imposta precedenti a quello di spettanza del beneficio.

Gli imprenditori che intendono avvalersi del credito d’imposta dovranno presentare apposita comunicazione all’Agenzia delle entrate.

Si attende a breve la pubblicazione del decreto attuativo del Ministero dello Sviluppo Economico che stabilisce i criteri per la corretta individuazione dei settori economici, con successivo provvedimento dell’Agenzia delle Entrate saranno invece stabilite le modalità e i termini per la presentazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome