Desenzano del Garda (Brescia) – Domenica 16 ottobre alle ore 10, al Parco del laghetto di Desenzano del Garda, bambini e adulti scenderanno “in campo” per la seconda edizione di “Seminare il futuro”, la semina collettiva che lo scorso anno ha coinvolto oltre 200 persone, di cui 100 erano studenti della scuola primaria “Laini”.

L’idea dell’amministrazione comunale, evidenzia l’assessore all’Ecologia e all’Ambiente Maurizio Maffi, “è trasformare il parco urbano in uno spazio di ri-creazione attiva e di aggregazione sociale. Accanto al frutteto della vita, inaugurato nella primavera 2014, e ai 48 orti sociali assegnati e coltivati, dallo scorso anno si è aggiunta la coltivazione di grano duro Senatore Cappelli, seguita dai ragazzi delle scuole come strumento di educazione a una sana alimentazione e alla cura dell’ambiente“.

Il terreno è stato precedentemente preparato per la semina a spaglio e l’iniziativa è curata in collaborazione con l’azienda agricola Floragiardini di Luigi Cristini.

Al progetto prenderanno parte gli alunni della scuola primaria del secondo istituto comprensivo di Desenzano. “Seminare il futuro” fa parte infatti del Piano per l’offerta formativa delle scuole primarie. Quest’anno partecipa la scuola Don Primo Mazzolari.
“Seminare il futuro” si svolgerà contemporaneamente in differenti aziende agricole biologiche e biodinamiche d’Italia: un’occasione festosa, per grandi e piccoli, curiosi e appassionati del mondo bio, di compiere un gesto simbolico e concreto. Dopo la semina verrà offerto un semplice buffet con prodotti biologici.

I semi biologici e biodinamici impiegati nell’iniziativa provengono da un processo di selezione che rinuncia all’uso degli ibridi e alla manipolazione genetica. La semina potrà poi essere seguita dai partecipanti, i quali avranno modo di tornare presso il parco e osservare la crescita dei cereali seminati sino al momento della trebbiatura.