Tempo di lettura: 4 minuti

Pontevico (Brescia) Con l’arrivo dell’autunno i migliori teatri allestiscono i cartelloni della nuova stagione teatrale per dar modo agli spettatori di programmarsi il proprio tempo libero. Da ottobre a maggio decine e decine di rappresentazioni e di spettacoli per tutti i gusti, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Molto interessante la rassegna allestita dal Teatro Comunale di Pontevico, per la stagione 2017-2018, che prevede spettacoli di prosa, piuttosto che concerti o eventi speciali. Un mix veramente azzeccato, in grado di soddisfare anche i palati più raffinati. A inaugurare la stagione lo spettacolo musicale “Amore che vieni, amore che vai“, venerdì 27 ottobre.

Il cartellone allestito.

  • Venerdì 27 ottobre, ore 21.00 – Movieetrio & Friends presenta “Amore che vieni, amore che vai“, spettacolo musicale con Fabiano Maniero Tromba, Alessandro Modenese Chitarra, Erika De Lorenzi Voce, Laura Pirri Voce e Saba De Rossi Voce.
    A cantare e suonare d’amore, con i grandi autori ed interpreti della musica italiana. Le più belle canzoni di Tenco, Gino Paoli, Fabrizio De Andrè, Franco Battiato, Francesco De Gregori, Lucio Battisti, Pino Daniele, Claudio Baglioni, Lucio Dalla … in una originale fusione di suoni ed atmosfere che lascia il segno nel cuore di chi ascolta.
  • Sabato 11 novembre, ore 21.00 – “Iliade – l’ira, la vendetta, la pietà“, recital di Luca Violini che propone una lettura teatrale in tre tempi del poema di Omero. Achille, figlio di Pelèo, protagonista assoluto del poema, viene riproposto nella sua ira contro Agamennone che lo priva di una schiava, Briseide, bottino di guerra; nella sua vendetta contro Ettore per l’uccisione dell’amico fraterno Patroclo; nella pietà finale con la quale riconsegna il corpo del figlio al re Priamo. Ma, come sempre accade nelle guerre, alla fine, nonostante gli esiti, non ci sono vinti né vincitori e gli eroi muoiono da entrambe le fazioni…
  • Sabato 2 dicembre, ore 21.00 – L’Altra Compagnia di Verona presenta “Se devi dire una bugia, dilla grossa“, di Ray Cooney. Com’è difficile tradire la moglie quando si è personaggi in vista, quando il tradimento si deve consumare in un albergo affollato e frequentatissimo e quando ci si mettono le coincidenze e gli intrecci.
 La commedia è ambientata in un albergo di lusso, dove il gioco delle porte ha facile presa, e dove l’incalzare della trama, densa d’equivoci e colpi di scena sempre più fitti, rende la vicenda ricca di divertimento e situazioni paradossali …
  • Sabato 20 gennaio, ore 21.00 – Accademia di Teamus presenta “Uomini sull’orlo di una crisi di nervi“, commedia brillante di Alessandro Galli e Alessandro Capone. Lo spettacolo racconta racconta la storia di Vincenzo, Gianni, Nicola e Pino, quattro amici che da anni si vedono tutti i lunedì per giocare a poker. Nulla ha cambiato la vecchia abitudine, neanche i rispettivi matrimoni. Vincenzo, Ciccio per gli amici, è sposato da anni ed ha due figli, Nicola non ne ha, ed è sposato solo da due, ma è passato attraverso sei o sette convivenze. Pino è separato da qualche mese ed ha un figlio, Gianni è neosposino da appena sei mesi. Situazioni diverse ma con una matrice comune: il problema “Donna”.
  • Sabato 10 febbraio, ore 21.00 – Nuova Compagnia Teatrale di Verona presenta “Pensaci Giacomino“, di Luigi Pirandello, regia di Enrico Rapisarda. Protagonista il professore Toti, un vecchio di 70 anni, un anarchico in rivolta contro la società, che non ha mai potuto sposarsi a causa della miseria del proprio stipendio. Ritroviamo qui, in sintesi, uno dei protagonisti di tanta narrativa pirandelliana, l’esponente di una piccola borghesia italica, fra fine Ottocento e primo Novecento, avvilita e ferita dal modesto livello di sviluppo capitalistico che impedisce allo stato italiano di assicurare alle classi sociali intermedie una condizione minimamente decente …
  • Sabato 24 febbraio, ore 21.00 – La Compagnia delle Muse di Cremona presenta “Otto donne e un mistero“, di Roberto Thomas, regia di Luciano Sperzaga. Divertente ed intrigante thriller/noir ambientato negli anni 50. In una lussuosa villa di montagna isolata sotto la neve si riunisce tutta la famiglia per trascorrere le feste natalizie, quando all’improvviso: un delitto! Non resta che trovare l’assassino …
  • Sabato 24 marzo, ore 21.00 – Il Nodo Teatro di Brescia presenta “Notre Dame de Paris“, di Victor Hugo e Paul Foucher, regia di Fiorenzo Savoldi. Notre Dame de Paris fu il primo grande romanzo storico di Victor Hugo. Pubblicato nel 1831 quando aveva soltanto 29 anni, ne decreta l’immediato successo come scrittore. Solo molti anni dopo lo stesso Hugo, insieme al drammaturgo Paul Foucher, ne ricaverà una riduzione teatrale abbastanza complessa in cinque atti e dodici cambi scena. Ci rimangono notizie di due messe in scena entrambe al “Theatre des Nations” nel 1879 e nel 1885. Si ritiene che la traduzione e riduzione del Nodo Teatro sia la prima italiana dell’opera teatrale di Hugo.
  • Sabato 7 aprile, ore 21.00 – Compagnia Tremilioni di Treviso presenta “L’Avaro“, di Molière, regia di Antonio Sartor. Le vicende si svolgono a Parigi. Il protagonista indiscusso Arpagone (letteralmente rapace, avido arraffatore) non è solo avaro, come Euclione, ma anche usuraio e strozzino, fino a soffocare ogni altro sentimento, anche verso i figli Cleante ed Elisa, che per questo non lo sopportano …
CONDIVIDI
Silvano Treccani
Nato a Leno nel 1964 lavora presso Cassa Padana Bcc dal 1995. Le sue grandi passioni sono la musica, il cinema, la lettura e la corsa podistica. Rigorosamente in quest'ordine. E guai a cambiarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *