Il 20 ottobre la Commissione europea ha approvato il nuovo Programma di Cooperazione ADRION – Interreg V Adriatic-Ionian che conta su una dotazione finanziaria complessiva di 118 milioni di euro fra fondi comunitari e nazionali.

Quattro le grandi priorità d’azione di Adrion:

  1. cooperazione fra imprese, mondo della ricerca e dell’istruzione;
  2. sostenibilità grazie alla tutela del patrimonio naturale e culturale della regione;
  3. maggiore connettività;
  4. sostegno alla governance della strategia dell’Ue per la regione Adriatico-ionica.

L’estensione geografica del programma coincide con il territorio coperto dalla EUSAIR e comprende quattro paesi dell’UE (Grecia, Croazia, Italia e Slovenia) con la partecipazione di Albania, Bosnia- Erzegovina, Montenegro e Serbia.

Per l’Italia partecipano Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Provincia Autonoma di Trento e di Bolzano, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Umbria, Marche.