Come previsto dalla legge di bilancio 2021 a partire dal mese di gennaio cambia la modalità di erogazione del contributo a valere sull’agevolazione della Nuova Sabatini per l’acquisto di beni strumentali.

Il contributo verrà infatti erogato dal Ministero alle Piccole e Medie imprese beneficiarie in un’unica soluzione indipendentemente dall’importo del finanziamento deliberato. La disposizione si applica a tutte le domande presentate dalle imprese alle banche e agli intermediari finanziari a decorrere dal 1° gennaio 2021.

Ricordiamo che la Nuova Sabatini consente di finanziare l’acquisto, anche in leasing, di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali (sono esclusi i veicoli e i beni usati).

L’incentivo consiste in un contributo erogato dal Ministero dello Sviluppo Economico, a fronte di un finanziamento bancario e/o leasing. Tale contributo è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di cinque anni e di importo uguale all’investimento, ad un tasso d’interesse annuo pari al 2,75% per gli investimenti ordinari, del 3,575% per gli investimenti in tecnologie Industria 4.0 e progetti green, e del 5,5% per le micro e piccole imprese che effettuano investimenti nel Mezzogiorno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome