I periodi di festività prolungate sono caratterizzati da un aumento dell’utilizzo della moneta virtuale, bancomat e carte di credito. Di conseguenza anche le transazioni truffaldine aumentano e le ignare vittime si ritrovano a dover bloccare, rifare e denunciare le loro beneamate tesserine.

Esistono alcune regole fondamentali, applicando le quali si possono evitare con ragionevole certezza le sopracitate sciagure finanziarie. Ve le proponiamo in sintesi sperando vi possano tornare utili.

  • Innanzitutto è bene proteggere la propria carta custodendola in un luogo sicuro ed avendo l’accortezza di distruggere quella precedente tagliandola in più parti e specialmente il microchip.
  • Non perdete mai di vista la tessera. Quando siete in un esercizio pubblico e la consegnate all’incaricato, alla riscossione sinceratevi che il tutto venga fatto in vostra presenza.
    Qualche malintezionato potrebbe prendere nota del numero della vostra carta (compresa la scadenza e il numerino presente sul retro, il cosidetto CVV) e utilizzarlo on line.
  • Attivate sempre il riscontro del pagamento attraverso SMS o email. Lo potete fare attraverso il sito del gestore della carta; a volte questo servizio ha un costo ma secondo me sono soldi spesi bene.
  • Se utilizzate la carta agli sportelli automatici abbiate l’accortezza di non avere occhi indiscreti che vi guardano. Controllate sempre che lo sportello sia integro. A volte i malintenzionati utilizzano dispositivi chiamati skimmer che si integrano perfettamente con l’ATM; voi credete di inserire la carta nel lettore ma in realtà la inserita nello skimmer, capace di catturare i vostri dati.
  • Se utilizzate la carta per acquisti on line, fate attenzione che il sito sul quale fate l’operazione sia criptato. I siti criptati riportano, a fianco dell’indirizzo, l’icona di un lucchetto. Tutti gli indirizzi dei siti residenti su server crittografati iniziano con “https”.
  • Se praticate con frequenza lo shopping on line, attivate il servizio di secure code che tutti i circuiti mettono a disposizione. Si tratta di definire una password che viene richiesta dopo l’inserimento dei dati della carta. Abbiate cura di scegliere una password sicura, molto lunga e ricca di maiuscole, minuscole, lettere, numeri e caratteri speciali. “Pippo” non è una buona password. “Perito58%Moreno31-&Argentino” invece lo è.
  • Quando acquistate on line non utilizzate computer pubblici. Se utilizzate dispositivi mobili abbiate cura di verificare a quale rete siete connessi e, una volta effettuato l’acquisto, eseguite il logout dal sito.
  • Non effettuate pagamenti inviando i dati della carta via email o via SMS. Se proprio dovete farlo inviateli spezzettati in varie email e/o sms.
  • Controllate sempre l’estratto conto della carta anche per gli importi piccolissimi. A volte i delinquenti preferiscono prelevare poco da molte carte.
  • Se fate uso sporadico della carta di credito o la utilizzate prevalentemente on line vi suggeriamo la carta ricaricabile che limita quantomeno i danni ad una cifra precisa.

Se infine nessuna di queste regole vi soddisfa, l’unica soluzione è NON avere una carta di credito.