Tempo di lettura: 2 minuti

Ditemi la verità, cosa ricordate con più affetto di Alice nel paese delle meraviglie?

Lo stregatto a strisce? Il Bianconiglio e la sua filosofia del tempo? La regina cattiva? Il giardino segreto? La stessa magnifica, ribelle, ingenua, avventurosa e inguaribilmente curiosa Alice?

Personalmente adoro il Bianconiglio e le sue corse. Sia nel libro che nel film della Disney uscito nel 1951.

Difficile scegliere perché Alice nel paese delle meraviglie è una storia per tutte le età. Lo si legge da bambini e lo si rilegge da grandi anche perché il suo papà, Lewis Carrol, ha una scrittura un po’ complessa e una fantasia che bisogna rincorrere pagina dopo pagina senza farsi tante domande.

Comunque sia, Alice compie 150 anni. La sua gestazione iniziò il 4 luglio 1863 (giorno in cui il mondo intero festeggia l’Alice Day) e vide la luce nel 1865.

L’idea di questa storia bislacca e irripetibile venne a Carrol durante una gita in barca vicino a Oxford.

Lo scrittore era insieme a tre bimbe, Lorina, Edith e Alice. Fu proprio quest’ultima, che allora aveva dieci anni, a ispirare all’autore la storia ambientata nel “paese delle meraviglie”, ricca di rompicapi linguistici e matematici, di strani personaggi e di bizzarrie memorabili.

Lewis Carroll è lo pseudonimo di Charles Lutwidge Dodgson. Non a caso era un matematico e non solo uno scrittore inglese nato nel 1832 e morto nel 1898.

Tanto per gradire, il suo pseudonimo è un gioco di parole fra i suoi due nomi di battesimo: Charles (Carolus in latino) è diventato Carrol; Lutwidge (Ludovicus in latino) è diventato Lewis.

CONDIVIDI
Macri Puricelli
Nata e cresciuta a Venezia, oggi vivo in mezzo ai campi trevigiani. Fra cani, gatti, tartarughe, tre cavalle e un'asina. Sono laureata in filosofia e faccio la giornalista da più di trent'anni fra quotidiani e web. Dal 2000 mi occupo della comunicazione on e offline di Cassa Padana Bcc e dallo stesso anno dirigo Popolis. Quanto al resto...ho marito, due figli e tanti tanti animali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *