Tempo di lettura: 5 minuti

Spegnete i motori e allacciate le scarpe, perché l’8 ottobre è la Giornata Nazionale del Camminare. Un evento, che si svolge per il 6° anno consecutivo e che coinvolge i camminatori di tutta Italia, all’insegna della mobilità sostenibile e della necessità di lasciare quanto più possibile le quattro ruote, per muoversi con le proprie gambe.

La Giornata, organizzata da FederTrek con la collaborazione di tante associazioni ed istituzioni, è un modo attivo per diffondere la consapevolezza che camminare fa bene e va fatto sempre di più: per ridurre l’inquinamento in città, proteggere e scoprire i territori, essere viaggiatori più responsabili e migliorare il proprio stile di vita.

Dove godersi i migliori viaggi a piedi? Eccone alcuni molto interessanti.

In cammino sull’Isola d’Elba alla luce della luna
Spegnere i cellulari e concentrarsi sulla forza delle proprie gambe. Sull’Isola d’Elba, c’è il trekking digital detox al chiaro di luna del Boutique Hotel Ilio di Capo Sant’Andrea.

La guida ambientale del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano Federica Ferrini accompagna i viaggiatori in un’escursione notturna sul sentiero per il santuario Madonna del Monte.

Si parte nel pomeriggio tra i profumi della macchia mediterranea, dove crescono pinete e castagni secolari, per avvicinarsi al tramonto e alle sue visioni poetiche quando il sole scende sulla Corsica.

Poi arriva la sera e la luna infonde la sua energia ai passi che si sincronizzano con il respiro, mentre si sale lungo il percorso tra gli odori della natura amplificati dal buio.

È un tragitto adatto a tutti, il dislivello è di 200 metri e dura circa 45 minuti in salita e 25 in discesa. Il prezzo del trekking è di 80 euro per persona (massimo 5 partecipanti).

La Woody Walk con il passeggino in Val Pusteria
Un passo dietro l’altro per ammirare le Dolomiti da varie prospettive, senza rinunciare a portare i bambini con sé. Dall’Hotel & Spa Falkensteinerhof di Valles, le famiglie con figli piccoli si godono l’anima della terra delle malghe praticando trekking con il passeggino.

Un modo originale per festeggiare la Giornata Nazionale del Camminare, tra il foliage degli alberi che crescono tra le vette. Tra i sentieri escursionistici che si snodano da Valles, c’è la Woody Walk, un percorso panoramico nell’area escursionistica della Plose, lungo il quale i bambini trovano un laghetto, un albero per le arrampicate, la ruota di un mulino e tante curiosità immerse nella natura.

È consigliata una sosta al rifugio Rossalm che ospita una fattoria in cui giocare con gli animali ed un parco giochi.

Un altro itinerario molto amato dagli escursionisti con passeggino è quello che si snoda da Maranza (a pochi minuti da Valles) alle baite Wieser e Pranter Stadel attraversando uno dei boschi più pittoreschi della valle Altafossa, per scoprire poi malghe e rifugi ad alta quota.

Il Törgellen gourmet per viaggi a piedi all’Alpe di Siusi
In autunno tra le Dolomiti è tempo di Törgellen, antica usanza contadina che consiste nel passare a piedi di maso in maso per degustare le prelibatezze fatte in casa e il vino novello.

Un rituale goloso che è anche una bellissima esperienza di cammino alla scoperta dei paesaggi e delle meraviglie delle montagne Patrimonio Mondiale UNESCO.

In occasione della Giornata Nazionale del Camminare (e fino a novembre 2017), il Romantik Hotel Turm di Fié allo Sciliar (BZ), nell’area vacanze Alpe di Siusi, propone una settimana di “Törgellen nell’autunno dorato”, all’insegna di speciali trekking nella natura.

Late Summer super attivo
Lo splendore dei colori di fine estate riaccende nuovamente le Dolomiti, trasformando i paesaggi che si aprono nel parco naturale di Fanes-Senes-Braies in una tavolozza di sfumature ambrate, che rendono il foliage tra le vette Patrimonio Mondiale UNESCO un capolavoro ogni giorno da scoprire.

Per immergersi in queste visioni ed esplorare i luoghi più suggestivi delle Dolomiti, fino al 22 ottobre, l’Excelsior Dolomites Life Resort****S di San Vigilio di Marebbe invita gli amanti della montagna ad un Late Summer super attivo.

Il programma settimanale prevede un cocktail di benvenuto la domenica e la pensione benessere ¾ (con prodotti di qualità e un’ampia varietà che prevede anche piatti vegetariani, ipocalorici e senza glutine) per tutta la vacanza, durante la quale gli ospiti sono protagonisti di escursioni e passeggiate guidate, attività sportive e fitness di gruppo sia nel resort che all’esterno, tour in mountain bike, servizi speciali per i bambini, vantaggi per praticare golf e rilassanti pic nic nel parco.

Inoltre, prenotando direttamente all’Excelsior Resort, è incluso l’uso gratuito del centro benessere, il Castello di Dolasilla con i suoi 5 piani di wellness e i suoi 1300 mq, un buono omaggio SPA di 40 euro a persona e il miglior prezzo assicurato per le camere. )

Camminare nel Latemarium, in Val d’Ega
Scoprire il leggendario Latemar e le sue storie è un’esperienza originale in Val D’Ega, nel cuore delle Dolomiti. Prendendo la seggiovia Oberholz, da Obereggen, si aprono gli 8 sentieri tematici del Latemarium che culminano nella piattaforma panoramica LATEMAR.360° a 2.100 m s.l.m., con una vista spettacolare sul mondo alpino circostante.

Da qui la Giornata Nazionale del Camminare ha molti punti di vista. Il percorso LATEMAR.NATURA, ideale per le famiglie lascia scoprire i biotopi del Latemar, come il bosco alpino, il pascolo o l’alta montagna. Il LATEMAR.PANORAMA, direttamente sotto le rocce, offre scorci straordinari e dettagli sulle peculiarità geologiche delle vette. Dalla malga Laner Alm attraverso boschi ombreggiati e prati fioriti con lettini wellness il LATEMAR.RELAX scende a Obereggen. Il sentiero LATEMAR.ALP è preferito dalle famiglie con il passeggino, che camminano fra mucche, cavalli e pecore al pascolo, e tra le nuove stazioni interattive dedicate alle Dolomiti.

Seguendo il LATEMAR.ART ci si immerge nel museo a cielo aperto delle Dolomiti, impreziosito dai lavori di Dick Gordon, Sandro Scalet, Hidetoshi Nagasawa, Giampaolo Osele, Thorsten Schütt, Mauro Olivotto e Marco Nones.

Gli sportivi prediligono invece il LATEMAR.UNESCO, escursione di difficoltà intermedia che sale fino al Rifugio Torre di Pisa (2671 m), l’unico in questo mondo alpino ricco di crepacci. Più semplice è il LATEMAR.METEO, percorso di 1 km senza dislivello, che dal Monte Agnello si snoda in direzione della località Tresca e del sentiero geologico del Dos Capèl. È pensato per scoprire in modo originale gli agenti atmosferici e i suoi effetti sul meteo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *