Pizzighettone (Cremona) – Dopo la presentazione ufficiale del nuovo coach Massimo Giubertoni, altre pedine si vanno ad aggiungere allo scacchiere del Basket Team Pizzighettone in vista della prossima stagione agonistica che vedrà ancora la formazione rivierasca ai nastri di partenza della C Gold lombarda con l’obiettivo di consolidare, e perché no anche migliorare, quella importante posizione conquistata nello scorso torneo.

Nel segno della continuità”. Questo lo slogan scelto dai dirigenti biancoblù e in forza di questo si sono mossi per confermare uno staff tecnico di sicuro affidamento e grande conoscitore di tutti giocatori del roster pizzighettonese: Andrea Tonani e Pietro Piazzi affiancheranno il capo allenatore in veste di assistentcoach e questo senza dubbio rappresenta un valore aggiunto in quanto è ben conosciuta la capacità empatica dei due giovani tecnici e la loro meticolosità nel supportare il “capo” nella preparazione delle partite. Empatia facilitata anche, nel caso del “Tonno”, da una grandissima conoscenza del parco giocatori lombardo e non solo.

Collaboratore tecnico e responsabile del settore statistico della squadra è stato riconfermato Roberto Spagnoli, da sempre nel nostro team e punto di riferimento per tutti. La preparazione atletica dei ragazzi sarà ancora una volta affidata ad un uomo che ormai ha riempito il suo bagaglio personale di un’esperienza invidiabile (è fresca la sua nomina di preparatore fisico FIP) e che unita al suo carisma fanno di lui uno dei personaggi più noti ed apprezzati della pallacanestro cremonese: Alberto Spotti, il quale si occuperà anche del settore giovanile biancoblu’.

Vista la complessità di un torneo come la C Gold e soprattutto la sua durata, in un team è fondamentale poi la presenza di un tecnico della riabilitazione che si occupi di “rimettere in sesto” quei giocatori vittime di infortuni e questo ruolo sara’ ancora coperto dal dott. Luca Cipelletti.

In conclusione: uno staff coeso, giovane quanto basta ma estremamente competente ed ansioso di collaborare con un coach nel quale crede fortemente, venendone, e questa è la prima impressione, assolutamente ricambiato.