Tempo di lettura: 3 minuti

“Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo.” Con il pensiero di Malala Yousafzai, Amnesty International presenta il progetto “Amnesty Kids Scuola”, promosso dalla Sezione Italiana di Amnesty International, è rivolto a insegnanti, alunne e alunni del secondo ciclo della scuola primaria e della scuola secondaria di I grado che desiderano esplorare insieme il ruolo dei diritti nella vita di ogni persona, impegnandosi concretamente per difenderli.

I diritti umani appartengono a tutti, conoscerli e avere consapevolezza della loro importanza
nella vita di ognuno è il primo ed essenziale passo verso una cultura in cui i diritti umani sono rispettati. Amnesty Kids Scuola nell’anno scolastico 2014- 2015 è dedicato al 25° anniversario della Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Amnesty Kids ha l’obbiettivo di fornire agli insegnanti alcuni strumenti utili per un approccio globale
ai diritti umani all’interno del contesto scolastico e svolgere attività didattiche che aiutino alunne/i a:

• acquisire i concetti fondamentali legati ai diritti e comprenderne l’importanza per la loro vita e per quella degli altri;
• conoscere la Dichiarazione universale dei diritti umani (Dudu), il più importante documento internazionale in materia;
• utilizzare i diritti umani come un quadro di riferimento per esplorare in modo critico la realtà che li circonda, sia quella locale, in cui vivono quotidianamente, sia quel la globale, a cui spesso si
trovano esposti senza avere utili strumenti per poterla analizzare e comprendere;
• sviluppare le competenze di cittadinanza , stimolando una partecipazione attiva che sia orientata alla promozione e alla difesa della dignità delle persone.

– La scuola è uno dei principali luoghi in cui ragazze e ragazzi si confrontano con i modelli prevalenti nella società” – ha poi ricordato Rufini di Amnesty International Italia – e negli ultimi anni, in Italia, attacchi verbali e fisici nei confronti delle persone omosessuali e transessuali si sono verificati con preoccupante frequenza –

L’Educazione ai diritti umani ha l’obiettivo di fornire ad alunne e alunni
le competenze necessarie per diventare attenti esploratori del mondo che li circonda, pronti a una partecipazione attiva nella società. I materiali Amnesty Kids per la scuola sono pensati per coinvolgere le classi nel percorso di apprendimento attraverso attività partecipative. In questo modo ragazze e ragazzi avranno l’opportunità di collaborare tra loro, confrontarsi sui differenti punti di vista e sentirsi responsabili delle proprie idee e azioni.

Per iniziare è stato pensato e realizzato un kit didattico, con l’iscrizione di u
na classe ad Amnesty Kids Scuola, compilando la scheda di iscrizione ed effettuando un versamento di 35 euro per singola classe, si riceve direttamente a scuola il kit con materiali pensati per:
• approfondire la conoscenza dei diritti umani
• comprenderne l’importanza per migliorare la propria vita e quella degli altri
• impegnarsi attivamente per rispettarli e difenderli

Il kit didattico è rivolto alle classi IV e V di scuola primaria e a quelle di scuola secondaria
di I grado. Contattando le strutture locali dell’associazione, le classi possono consuiltare il catalogo “Educare ai diritti umani”, inoltre partecipare alle giornate nazionali di mobilitazione e incontrare le attiviste e gli attivisti di Amnesty International. Per trovare il gruppo di Amnesty più vicino.

Per informazioni: Amnesty  tel. 06 4490295

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *