Tempo di lettura: 2 minuti

Codesarrollo, accresciutosi in dimensioni e nel ruolo svolto, attraversa in questi anni una fase delicata.

I momenti di passaggio e di crisi sono i momenti delle decisioni” sottolinea Bepi Tonello, presidente di Codesarrollo. Costruire un sistema finanziario etico ed alternativo, las finanzas populares, è semplice da dire; un po’ meno a fare.

La grande effervescenza, base dello straordinario fiorire di esperienze cooperative, va governata, altrimenti rischia di implodere. Codesarrollo è arrivato ad un punto in cui e’ necessario fare un salto di qualità e rinforzare la struttura tecnica-organizzativa per riuscire a fornire adeguate risposte.

Ci sono temi forti ancora aperti: la costituzione di una cooperativa di “segundo piso”, le rimesse degli immigrati, il “fortalesimento” delle casse che operano nelle comunità.

E poi il progetto verso il settore agroalimentare, l’attivita’ con il Banco Interamericano di sviluppo, la nuova normativa emanata dalla Superintendencia de Bancos, la questione della remissione del debito; per non parlare della gestione di finanziamento in pool, un tipo di operazione che riguarda ben 130 banche di credito cooperativo italiane.

E’ certamente un approccio sistemico, un modello a cui molti stati guardano con interesse, come conferma il direttore di Cassa Padana Luigi Pettinati, appena giunto a Cuenca da una missione ricognitiva in Peru’.

E il credito cooperativo? I massimi dirigenti hanno confermato l’impegno a continuare nel progetto, privilegiando l’assessoramento tecnico, centrale in questa fase di passaggio.

Ma qual e’ il carburante che alimenta il progetto da orami cinque anni?
Il principio di reciprocita’. Dall’Ecuador ci tornano valori, comportamenti che “fanno bene” al credito cooperativo, lo rinforzano nella sua essenza di banca differente.

Se riusciremo a concentrare l’attenzione sul fatto che c’è molto da dare, e molto da ricevere, Microfinanza Campesina avra’ lunga vita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *