E’ stato presentato nei giorni scorsi presso la sede della ditta Microdata Group il giocatore Angelo Guaccio. L’atleta italo-brasiliano è arrivato a Cremona un paio di settimane or sono, nel corso della sessione invernale del basket mercato insieme a Nicola Mei e si è subito messo a disposizione della squadra di coach Gigi Brotto, che lo ha fatto esordire a Vicenza, mentre la settimana successiva ha giocato davanti al suo nuovo pubblico, affrontando in casa Lecco.

A fare gli onori di casa Carolina Cortellini titolare dell’azienda ed il vice presidente della Juvi Cremona Basket 1952 Mattia Barcella hanno poi preso la parola. Ha iniziato per ospitalità Carolina Cortellini, al secondo anno di collaborazione e che ha sottolineato l’importanza del lavoro di gruppo sia in azienda che nello sport. Poi è stato il turno di Barcella che ha sottolineato la presenza di 3 squadre giovanili che 2 addietro sono partite da zero e che ora possono contare su un gruppo composto da 150 ragazzi. “Su Guaccio ritengo che sia un ottimo innesto ed in prospettiva derby con Crema credo che la gara in terra cremasca sarà fondamentale per il prosieguo della stagione, alla luce delle sconfitte nei precedenti derby con Piadena (in casa) e con Soresina (fuori)“.

Poi è stato il turno del nuovo acquisto Guaccio che ci ha rivelato insieme al vice presidente Barcella che l’obiettivo senza ombra di dubbio è di salvarsi, ma prima di tutto bisogna risalire al più presto la classifica. “Qui a Cremona” – continua Guaccio  “stò trovando più spazio rispetto a Fabriano dove ho iniziato quest’anno la mia nuova avventura in Italia dopo le precedenti esperienze a Pavia e Piacenza. A Crema non sarà un match semplice, sarà una partita dura e brutta. Nel loro roster ci sono giocatori di talento tra cui Vecerina e Del Sorbo e se dovessi togliere un giocatore alla squadra avversaria toglierei Del Sorbo che lo ritengo molto pericoloso, sia in difesa che in attacco“.