Tempo di lettura: 2 minuti

Quinzano d’Oglio, Brescia. “Nasce tutto da un’amicizia… quella tra me e Giovanni Schievenin che mi ha raccontato e fatto amare la Storia, la Cultura e le Tradizioni di un territorio di montagna. Insieme, nell’arco di un anno e mezzo, abbiamo realizzato il docu film Anima Alpina” Racconta così Alex Cavalcanti l’inizio del lavoro per la realizzazione di “Anima Alpina” che verrà proiettato sabato 9 novembre al teatro Parrocchiale alle ore 21, dopo un pomeriggio di eventi organizzati dal Gruppo Alpini Quinzano d’Oglio, tra i più attivi della Bassa bresciana.

Grazie anche all’A.N.A – Associazione Nazionale Alpini e con il prezioso contributo dei Rievocatori Storici nel film viene raccontato un territorio veneto, quello tra le colline di Valdobbiadene e il fiume Piave, fino ad arrivare sul Monte Grappa dove tante cose sono successe. Un viaggio negli anni della Grande Guerra tra ricordi e lettere sognate. È una storia d’amore tra un eroe alpino immaginario, combattente nella prima guerra mondiale, e la sua morosa.

Il docu film ripercorre un secolo d’Italia, accompagnati dal presidente A.N.A. Sebastiano Favero ed altri amici alpini, tra ricordi di storia vera e ricostruzioni attente dei rievocatori. Arrivando ai giorni nostri con le grandi opere della Protezione Civile e dell’Ospedale da campo A.N.A.

Il docu film Anima Alpina è stato realizzato nel 2018, anno del Centenario della fine della Grande Guerra e presentato ufficialmente nel 2019 all’Adunata di Milano in occasione di un altro Centenario, quello della fondazione dell’Associazione Nazionale Alpini. Ma non finisce qui. Questa è stata un’esperienza talmente straordinaria e divertente che vale la pena proseguire…

Il programma della giornata:

ore 15.00 Alzabandiera in Piazza IV Novembre
ore 15.30 Rievocazione Storica in piazza A. Moro a cura del “Battaglione Bassano 62ˆcompagnia”.
Ricostruzione di una trincea ed attività storico-didattica.
ore 21.00 Proiezione del film “Anima Alpina”
in Teatro Parrocchiale – Ingresso libero
ore 23.00 Ammainabandiera

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *