Tempo di lettura: 3 minuti

Mi scrive Anna Grazie inviandomi alcuni scritti della figlia, 12 anni, mano destra

grafo_annagrazie1

grafo_annagrazie2

Le prime frasi della lettera di Anna Grazie sono molto belle…vorrei incorniciarle, perché è verissimo che molti credono che l’analisi grafologica sia solo un gioco…invece è un buon test di personalità, ed un ottimo test proiettivo. Grazie a Anna Grazie, quindi, che mi invia anche la grafia della figlia, e lo fa, con estrema intelligenza, inviandomi due campioni grafici, con due variabili di grafia della dodicenne che ha messo al mondo.

Prima di tutto, vorrei tranquillizzare la lettrice: vero è che la ragazzina è sensibile, ma il predittivo di dolore dell’insegnante mi pare poco attendibile, solo su questo elemento.
Trovo più interessante, invece, il fatto che la dodicenne non condivida con i compagni il suo sapere… è, per caso, figlia unica, o con un fratellino molto più piccolo? Allora, rientra nella norma.

Il fatto di essere stata per diversi anni il centro dell’attenzione di adulti può aver costruito quella difesa del “ciò che è mio è solo mio” che sovente è proprio dei figli unici. La grafia di questa preadolescente, inoltre, indica alcune caratteristiche importanti per il suo crescere, pur tenendo presente che, come scrisse Giovanni Mosca “gli adolescenti sono mutevoli come le nuvole”.

Per fortuna, l’analisi grafica ha questo vantaggio: sa riconoscere ciò che è “certo” anche in una personalità non ancora formata del tutto.

  • Il senso dell’IO è buono, anche se un po’ rigoroso ed anche lievemente reattivo (anche questo è nella norma, data l’età: l’avvicinarsi dell’adolescenza vera e propria mette in conflitto con gli adulti dello stesso sesso, prima che con il sesso opposto)
  • È creativa ed ingegnosa: quindi, sa già come togliersi dagli impicci
  • E’ più idealista che pratica, per ora.
  • Ha già forti pulsioni e fantasie di tipo sessuale (si è già sviluppata?)…ed ha curiosità – del tutto nella norma – a cui vorrebbe risposte certe (frequenta una scuola in cui il programma prevede questo tipo di informazioni?)
  • Ha capacità musicali notevoli: speriamo le abbia già messe in atto
  • E’ capace di comprendere il confine tra Bene e Male
  • Ha notevole capacità di approfondimento degli argomenti presi in considerazione
  • Possiede una dote di “indagine” e curiosità nei confronti del vivere e dell’habitat . Dote che può essere incanalata come ansia di tipo fattivo.
    La ragazzina può sembrare insicura, ma il fatto che riconosca questa sua tendenza a controllare più e più volte quello che fa le deve essere presentata come dote, perché lo è: farà sì che i suoi prodotti siano sempre ben presentati, le darà, con i risultati positivi, la misura del suo essere BRAVA.

Non credo che soffrirà, questa personcina. Si arrabbierà, darà testate contro il mondo, quando non riuscirà subito ad ottenere ciò che vuole, ma riuscirà sempre a sollevarsi, a trovare le ragioni per cui valga la pena di andare avanti.

Se proprio sussistessero dei dubbi, se accadessero episodi traumatici, troppo conflittuali per il nucleo familiare (ma l’ipotesi è piuttosto larvata) basterebbe tenere controllata la grafia, di tanto in tanto…

Credo, date le caratteristiche grafiche, che scorrerà, per questa ragazzina, l’iter della vita adolescenziale, come è sempre stato anche per noi.
E la sua effettiva e presente sensibilità le servirà per capire, per intuire, per ricercare, mai per affossarsi.

CONDIVIDI
Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *