Mi scrive Annarella, femmina, 35 anni, mano destra

grafo_annarella

Annarella ha una grafia molto chiara, estetica, con bei movimenti ben modulati.
Ma i suoi tratti grafici indicano che la sua ansia di essere senza nascondimenti viene non solo da dolori passati (come mi accenna nella missiva) ma anche dal fatto di non saper superare alcune antipatie viscerali che ha in sé.

Annarella desidera, vuole essere obbiettiva, razionale, ma – appunto – vuole esserlo. Ma la sua vera natura è, al contrario, passionale, pulsionale, reattiva. Non riesce a dimenticare le offese; non vuole smettere di rimuginare quanto ha visto e sentito di negativo.
Riflette molto, arrovellandosi, sotto un’apparenza di calma e di accettazione.

La sua grafia ha tratti che simboleggiano:

  • desiderio di amare, purchè con substrato anche spirituale
  • prudenza acquisita
  • senso di decoro acquisito
  • senso di responsabilità
  • inclinazione per le scienze e le attività intellettuali
  • forte conflittualità con la figura femminile in generale
  • ottimale fantasia
  • tendenza a selezionare coloro che vorrebbero accesso alla sua intimità
  • rifiuto per coloro che sono portatori di “sporcizia” reale o comportamentale (è un segno di difesa, assunto nella primissima e nella prima infanzia: chi ha insegnato ad Annarella che non si può giocare con le tortine di fango? Chi le ha insegnato a discriminare? Chi l’ha fatta crescere già “adulta”, senza permetterle di sbagliare, richiedendole la perfezione di tipo formale? Ma, soprattutto, chi le ha fatto decidere che “mischiarsi” non è piacevole?) Questo Segno può indicare anche propensione per fobie, tipo rupofobia (timor panico della sporcizia), patofobia (timor panico per le malattie).
  • desiderio di incidere sull’habitat, mediante la propria forza intellettiva, le proprie idee, il proprio eloquio
  • capacità di riconoscere menzogne e discrepanze nella realtà.
  • tenacia nelle proprie idee

Annarella avrebbe di sicuro una vita più serena se riuscisse a far cadere le proprie difese selettive, perché – lasciandosi un po’ portare dalla corrente e dal gioco – sicuramente si divertirebbe a vivere.

Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.