Tempo di lettura: 1 minuto

Cremona – Buona l’anteprima di presentazione di Antropologos Festival, che si svolgerà la prossima primavera, il 7 e 8 aprile.

L’anteprima di Antropologos, con la sua serie di incontri tenutasi al Museo della Civiltà Contadina del Cambonino, promossa dal Settore Cultura, Musei e City Branding, ha riscosso un buon interesse, facendo notare nelle varie serate e grazie ai vari gruppi culturali ed artistici che le hanno animate, quanto la poesia abbia un vero radicamento sul territorio, e quanto il pubblico sia pronto ad accogliere le ulteriori esperienze del vero e proprio Festival di aprile 2018.

In particolare, nell’incontro d’apertura, il gruppo Trame D’Incanto ha posto l’accento sul valore evolutivo e sulla peculiarità della parola poetica, mentre quello de Gli Stagionali si è soffermato sul senso e sui significati della poesia. Nel secondo incontro il Comitato Mara Soldi Maretti ha dato testimonianza della fedeltà della poesia, che si radica ai luoghi e diviene tutt’uno con la storia di vita e l’autobiografia del poeta. Infine Il Circolo poetico Correnti ha intrecciato con la poesia il corso del fiume Po. Ne ha fatto un “poema fluviale” in versi, passi e paesaggio con cinepresa, intersecando presenze e linguaggi.

Antropologos Festival affronterà quindi la lingua, i dialetti e gli idiomi, trattandone gli aspetti teorici ed estetici, ponendo di nuovo in campo la parola di poesia da diversi punti vista antropologici, quelli che gli autori invitati affronteranno, coinvolgendo il pubblico in attivo contraddittorio di confronto e dibattito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *