Padernello, Brescia. Confronti sul tema “Dio” in un tempo di dimenticanza di Dio, ma che non per questo preclude la possibilità di parlarne, con questo pensiero inizia l’evento “Àpeiron, percorsi nel sacro” al castello di Padernello, tre incontri a gennaio, tutti a ingresso libero, sul tema del sacro tenuti da Don Antonio Lanzoni. Previsto il rilascio di un attestato di partecipazione per docenti.

Secondo Anassimandro, filosofo della scuola di Mileto, ápeiron è una materia indeterminata, oltre che infinita, un principio abbraccia e governa tutto ciò che è, regolando di conseguenza la nascita e il dissolvimento di ogni realtà secondo una legge cosmica.

Il programma:

Venerdì 17 Gennaio alle 20:45: “Dalla morte alla rivincita di Dio”. Dopo un’epoca che ha annunciato la morte di Dio (Nietzsche), si assiste oggi a un ritorno di interesse al discorso religioso con tratti ancora imprecisi ma non per questo meno significativi.

Venerdì 24 Gennaio alle 20:45: “monoteismo e politeismo”. Dell’ampia tematica evocata dai due termini riferiti nel titolo preme approfondire due aspetti: il modo in cui si è formata la moderna terminologia per definire Dio, gli dèi e il divino e la proposta di una riproposizione del panteismo avanzata recentemente.

Venerdì 31 Gennaio alle 20:45: “Ateismo?” L’affermarsi ai nostri giorni di un “nuovo ateismo” porta a considerare i termini del problema di un’assenza di credenza in un Dio, negli dèi e, in genere, del divino.