Tempo di lettura: 2 minuti

Nel presentare il fine settimana a Pescarolo abbiamo scritto che avremmo dato notizie su una novità da Apiflor che ora possiamo illustrare. Esterina, quale responsabile dell’Azienda non voleva assolutamente buttare nei rifiuti circa 20 Kg di noci che, in questa stagione di sovrabbondanza, erano state prodotto dalle sue 5 piante di noci.

L’intraprendenza e la fantasia di Esterina le sono state d’aiuto nel trovare una soluzione ottimale del problema: ha pensato bene di dare vita ad un nuovo prodotto del territorio, il torrone alle noci Apiflor.

Una produzione molto particolare, pratica tipica di zone molto al di fuori dal nostro territorio e che, dice la stessa, per quanto riguarda la sua stessa conoscenza, dovrebbe essere una usanza caratteristica solo della Sardegna.

Il torrone di Apiflor viene così realizzato da un laboratorio artigianale locale, su una ricetta data da Apiflor stessa ottenuta come risultato di una sperimentazione di mesi che la figlia Irene ha curato nei particolari, facendone un vero e proprio segreto Apiflor. Questo perché, dice la stessa Irene, sono molte le specie di miele con altrettanti gusti e sapori, che vanno calibrati nel modo giusto per dare vita ad un prodotto di qualità. Caratteristica importante alla quale aggiungiamo la genuinità, in quanto il miele così come le noci con le quali esso viene prodotto sono prodotti naturali Apiflor.

Per l’occasione Esterina ha completato la presentazione del nuovo prodotto con alcuni opuscoli, nei quali sono illustrati i vari tipi di miele, le specialità e i dolci, i vari punti dove Apiflor presenta i suoi prodotti a Cremona, Vescovato ed Ostiano, oltre ad un elenco delle proposte per i regali a tutela della salute e igiene della persona, realizzate con miele, polline, propoli, pappa reale e cera d’api.

Esterina, ritenendosi orgogliosa della nuova e particolare produzione, considerato che non mancano sul territorio altri apicoltori che hanno una loro produzione di torrone, sta programmando qualche altra iniziativa in vista della ricorrenza del Patrono S. Andrea che si celebrerà domenica 5 dicembre, con il coinvolgimento dei bambini del paese. Mentre per le prossime festività ci ha detto che proporrà un cesto natalizio “PESCAROLO GOURMET” con specialità gastronomiche dell’azienda.

Complimenti a Esterina per il suo spirito imprenditoriale e contemporaneamente grazie per portare sempre in alto la realtà di Pescarolo ed Uniti.