Tempo di lettura: 2 minuti

Pedacina 1Ciao ragazzi, ecco la prima “pedacina“, la pillola quotidiana di colore/costume/curiosità da questo posto incredibile che è la Cina.

Cercherò di non scrivere un diario di viaggio, perché o ti chiami “Kerouac” o finisce che le storie di viaggio piacciono tanto a chi le scrive, ma annoiano a morte chi le legge. Un po’ come le foto delle vacanze e i filmini dei matrimoni….

E allora: il fuso orario.

Tutti sappiamo cos’è e che effetto fa, molti lo hanno anche personalmente provato. Io fino ad ora mai e mi aspettavo quindi – per averlo sentito raccontare – il problema del sonno “sfasato”.

Fatto sta che qua sono le 23:16, e io sono sveglio come un grillo, essendomi appena svegliato da quello che doveva essere un piccolo riposino prima di fare un giretto in città…. che è durato 8 ore.

Noodles

Pazienza, guarderò un po’ di tv…. a volume zero, tanto sono tutti programmi in cinese, nonostante l’albergo che ci ospita sia ottimo livello e strapieno di confort di ogni genere. Mi sa che l’assenza di canali stranieri è quindi intenzionale…

Argomento correlato: non si muore di fame…. (spero).

Eh si, l’argomento è strettamente correlato, perché ho fame e ho saltato la cena!
Come vi dicevo però l’albergo che ci ospita è di ottimo livello, e tra i servizi in camera annovera un piccolo minibar ma soprattutto alcuni viveri: biscotti, patatine, e soprattutto questa misteriosa zuppa di noodles.

Potevo limitarmi ai biscotti secondo voi? Ovviamente no, ed ecco quindi il risultato del mio coraggio. Vi allego le foto perché solo con le parole nemmeno Kerouac riuscirebbe a trasferire il concetto.

Tranquilli, mentre scrivo sto mangiando: sono speziati, leggermente piccanti, al gusto di carne (credo per via della strana strana bustina liofilizzata nella confezione che ho aggiunto prima dell’acqua calda…).

E quindi: il fuso non è (solo) un problema di sonno ma anche di fame; tuttavia, con un po’ di adattabilità (e coraggio) di fame non si muore….

to be continued….

Leggi le altre Pedacine

CONDIVIDI
Demetrio Pedace
Sposato, con due figli. Bancario da sempre. Allegro, nonostante ciò. Mi piace la cucina, adoro i miei amici. Quando riesco, unisco le due cose e sto proprio bene. Per il resto... io speriamo che me la cavo.

3 Commenti

  1. La foto non è per niente invitante…. certo che hai avuto molto coraggio o i morsi della fame hanno prevalso !!!!
    Mai e poi mai avrei mangiato la zuppetta dell’hotel …. beh…. che dire !!!!! complimenti !!!!

  2. E poi dicevi a me che ci voleva del coraggio ad andare in Siberia!
    Tra Cina e zuppa della foto anche tu non scherzi…
    In bocca al lupo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *