Brescia. Il nuovo cinema Eden ha in cartellone da giovedì 5 novembre quattro appuntamenti con l’architettura, quattro film d’autore entrano nel rapporto tra lo spazio reale costruito e la finzione filmica, per avvicinare il pubblico al tema dell’architettura e come arte spazio-temporale.

La Rassegna è un’iniziativa del dipartimento Promozione dell’Architettura dell’Ordine, al fine di sensibilizzare una maggiore cultura architettonica nel territorio. Questa è la seconda edizione della rassegna cinematografica “cinema e architettura” e come lo scorso evento le pellicole selezionate, ambientate per lo più nella città contemporanea, trattano diversi temi. Il fil rouge che le accumuna è il “taglarchitetturaio architettonico” con cui vengono analizzate le diverse storie e situazioni. Ogni pellicola sarà introdotta e commentata da esperti in materia che aiuteranno il pubblico a meglio comprendere ed approfondire le singole tematiche. Durante ciascuna delle tre serate verranno proposte suggestioni e spunti di riflessione sui “paesaggi urbani” che caratterizzano la città contemporanea attraverso la proiezione di film e il dibattito con gli ospiti in sala.

Primo appuntamento giovedì 5 novembre con “Wes Anderson: se non avessi fatto il regista, avrei fatto l’architetto”. Ilaria Feole, autrice del libro “Wes Anderson. Genitori, figli e altri animali”, profonda conoscitrice del regista texano, ha analizzato gli elementi e le scene maggiormente architettoniclocandinahe di tutti i suoi film, estrapolandole e creando ad hoc un montaggio video utilizzato come supporto di un racconto/lezione sul mondo di Anderson.

Giovedì 19 novembre il film “Medianeras, innamorarsi a Buenos Aires” di Gustavo Taretto. Con la sua opera prima, l’esordiente Gustavo Taretto coglie le contraddizioni del mondo post-moderno contemporaneo con uno stile ironico e originale. E’ una storia che parla di alienazione, di disagio e della disperata solitudine che interessa migliaia di persone, soprattutto in città popolose come la Buenos Aires del film.

Mercoledì 2 dicembre “Milano 2015” regia di un ensemble giustamente eclettico di personalità le quali non sono necessariamente milanesi o residenti a Milano. Solo Soldini ed Elio sono milanesi doc. Diritti è bolognese, Veltroni è romano mentre Capotondi e Bolle hanno adottato e sono stati adottati da Milano ) raccontano la ‘loro’ Milano in sei cortometraggi sulla città così come si presenta nell’anno 2015. Chi avesse pensato ad un’operazione ‘da Expo’ è stato smentito dalla data di uscita nelle sale ad Expo ormai quasi conclusa. Qui c’è qualcosa di più e di diverso. C’è la voglia di andare a raccontare una città cogliendone le eccellenze e anche, perché no anche se molti non se ne accorgono, la bellezza.roma

Chiude la rassegna giovedì 21 gennaio 2016 lo spettacolo teatrale “ Sacro Romano Gra, verso un altrove contemporaneo”.  Azione teatrale con un racconto per voci e suoni sul Grande Raccordo Anulare di Roma”. Con brani tratti dal libro, adattati da Sapo Matteucci e Nicolò Bassetti, la regia di Aldo Vinci, che è anche l’interprete, i suoni originali di Pivio e De Scalzi e il sound design di Stefano Grosso che ha lavorato anche al film. Il risultato è un viaggio universale tra le maree della trasformazione urbana, uno spettacolo di un’ora che offre lo spaccato di un altrove quotidiano che circonda la Capitale. Sacro romano Gra è la narrazione di un territorio in perenne fermento, tra antico, moderno, esperimenti vitali e rifugi dalla vita, domande inevase e qualche mistero. Un’ora di visioni di un mondo straordinariamente reale, molto vicino e molto lontano da Roma.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.