Tempo di lettura: 2 minuti

Pescarolo ed Uniti (Cremona) – L’incoronazione di Re Carnevale è il momento di apertura del periodo legato alla tradizione del “Carnevale”, sia per quanto riguarda l’ultrasecolare “Falò”, sia per la parte nuova legata alla sfilata di carri e maschere.

Nella prima edizione di questa iniziativa nel 2016, in occasione della realizzazione di un apposito filmato sulla tradizione del “Falò”, venne ufficializzata la nomina di “Re Carnevale” con la consegna, da parte del Sindaco, della chiave del paese. L’iniziativa si svolse in sala consiglio con tutta l’ufficialità del caso, poi dal 2017 si è ritenuto che fosse più opportuna la piazza per motivi organizzativi e per un maggior coinvolgimento della gente.

E’ stato diffuso in questi giorni da parte dell’Amministrazione Comunale e della Pro Loco, un invito alla partecipazione all’iniziativa in programma sabato 20 gennaio, alle ore 15.30. Una cosa semplice ma per la nostra comunità importante, considerato che devono essere tutti i Pescarolesi a tenere alto il valore della nostra tradizione. Questo anche per solidarizzare con tutti gli addetti ai lavori impegnati nel capannone di via Zanetti per cercare di dare il massimo, e per offrire anche a chi verrà da fuori, uno spettacolo degno di essere chiamato tale. Così l’impegno nel capannone di via Zanetti è al massimo, non ci sono orari, né tantomeno giorni festivi per chi è impegnato nell’organizzazione dell’iniziativa.

Pur non essendoci più la concorrenza tra i gruppi, l’accesso al capannone è consentito solo agli addetti ai lavori, per una più che giusta riservatezza. Però alle 19 di sera, nel pieno dei lavori, con il capannone aperto, una foto dall’esterno è stata inevitabile. Sembra di vedere un capannone dei grandi carnevali e invece siamo semplicemente a Pescarolo, dove la passione riesce a fare grandi cose.

Speriamo che tutto questo lavoro venga ricompensato da una situazione climatica favorevole, per dare un giusto risalto al lavoro fatto e consentire anche un introito finanziario per il recupero, almeno in parte, di quanto investito. Certamente a questo momento di rinascita della ultradecennale sfilata di carri e maschere, ha dato un grosso impulso la fusione, agli effetti collaborativi, del G.S. con la Pro Loco, alleggerendo l’impegno del Presidente Dondi che da alcuni anni sta cercando di resistere ad un progressivo decadimento. Purtroppo la volontà di fare, di realizzare qualcosa di proprio, sono oggi cose molto rare tra i giovani e non solo verso il Carnevale.

Certamente l’impegno non è da poco anche per i volontari del G.S., e proprio in concomitanza alla ripresa del campionato, in merito, come se non bastasse, gli organizzatori hanno messo ugualmente in programma, oltre alle sfilate del 28 Gennaio, de 4 e dell’11 Febbraio con inizio alle 14.30, un’ulteriore sfilata, che andrà a chiudere la giornata dell’accensione del Landini, con inizio previsto alle 19.00.

Il carnevale pescarolese, comunque vadano le cose, chiuderà martedì 13 febbraio con la 352ª edizione del Falò.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *