Tempo di lettura: 2 minuti

Val Trompia, Brescia. Il Carrozzone, due bizzarre carrozze trainate dai cavalli come antichi gitani della Camargue, fa tappa in valle con lo spettacolo: “Esprimi un desiderio”. Si ferma il 25 luglio a Sarezzo, il 26 a Villa Carcina e 27 a Nave, 28 a Bovezzo, 29 a Concesio e il 30 a Caino.

Il piccolo circo itinerante porta con se un vero spettacolo di strada, ma soprattutto un progetto che ha come principale finalità la realizzazione di una rappresentazione di teatro integrato messo in scena da attori diversamente abili e normodotati insieme, disposti a procedere tappa dopo tappa nei diversi comuni della Provincia di Brescia.

Il Carrozzone è il loro teatro itinerante, dove possono esprimere la loro personalità, impegnandosi nel coinvolgere ed animare la popolazione e il territorio in attività ludiche e di animazione connesse ai temi dell’integrazione e del teatro.

L’associazione socio culturale il Carrozzone ha per scopo la promozione e la valorizzazione della cultura dell’arte e dello spettacolo con una particolare attenzione all’integrazione tra persone con e senza disabilità. Si pone come obiettivo quello di valorizzare il rapporto tra creatività e disagio al fine del recupero sociale di soggetti svantaggiati.

Come in ogni circo porta qualche animale, ma nulla di esotico o di costrizione, sono solo alcuni amici: cavalli, caprette e galline che coinvolgeranno nello spettacolo e nei laboratori grandi e piccini. Un laboratorio teatrale coinvolgerà i bambini che impareranno alcune scene da recitare la sera, durante lo spettacolo, con gli attori. Questi, nel ruolo di ricercatori di stelle, affronteranno i temi dello stupore, della meraviglia e del poter desiderare, dedicando qualche battuta alla storia del paese.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *