Verona – Un affascinante viaggio che nasce dall’incrocio di due punte di diamante della nostra storia, due simboli dell’Italia nel mondo: l’arte e il vino. Tra pittura, scultura e arti decorative si snoda il percorso del vino rivisitato nell’arte, dal Cinquecento al Novecento.

Si tiene in Gran Guardia, fino al 13 settembre, la mostra ‘Arte e vino‘, un percorso unico e d’eccezione organizzato da Villaggio Globale International e Skira editore e promosso da Comune di Verona, Provincia autonoma di Trento, Veronafiere, Museo Statale Ermitage e Mart in occasione e con il patrocinio di Expo Milano 2015.

La mostra porta in esposizione quasi 170 opere, provenienti da oltre 90 prestatori italiani e stranieri, in un itinerario di affascinante e intenso dialogo tra le creazioni artistiche italiane e quelle di artisti stranieri che hanno avuto uno stretto rapporto con l’Italia.

Tra gli artisti in mostra: Lorenzo Lotto, Tiziano, Guido Reni, Luca Giordano, Annibale Carracci, Peter Paul Rubens, Jusepe Ribera, Nicolas Poussin, Jacob Jordaens, Giovanni Battista Tiepolo, Gaspar van Wittel, Boccioni, Depero, Balla, Guttuso, Picasso.

Nell’ambito delle iniziative legate alla mostra inoltre, Villaggio Globale International propone, in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier, visite a tema abbinate a degustazioni guidate.

Gli appuntamenti si terranno il giovedì: il calendario di tutti gli incontri.

Laura Simoncelli
Dopo il diploma di liceo scientifico, si laurea all’Univeristà Cattolica di Brescia nel 2004 in Lettere e Filosofia. Collabora con Fondazione Civiltà Bresciana e Bresciaoggi con stesura di articoli sportivi, cronaca e tempo libero. Dal 2004 al 2017 fa parte della redazione di popolis. E’ docente di italiano e storia presso le scuole medie e superiori