Iseo, Brescia. Gli spazi espositivi dell’Arsenale di Iseo, Brescia, ospitano un ensamble d’arte dal 19 settembre al 18 ottobre. Una  mostra che coniuga in un unico spazio le espressioni di fotografia, pittura, e scultura” che vedrà protagoniste le opere di Angelo Zanella, Bruno Zoppetti, Carlo Previtali e Guido Airoldi. Ingresso libero.arsenale 1

Quattro artisti legati da un percorso formativo comune, presso l’Accademia di belle arti di Brera, rappresentativi di tre generazioni a confronto e di quattro tecniche artistiche: pittura ad olio, pittura acrilica con tecnica mista, scultura plastica e fotografia.

– Un vero onore poter ospitare negli spazi della Fondazione L’Arsenale artisti di questa caratura – spiega il presidente della fondazione Luca Degl’Innocenti – Una mostra fortemente voluta per la sua grande intensità emotiva che saprà esprimere. Un percorso tra diverse tecniche artistiche che mi auguro possa cogliere il favore di chi verrà a farci visita. Continua così il pearsenale 2rcorso intrapreso dalla fondazione nel portare a Iseo dei talenti contemporanei, alcuni per altro già noti in campo internazionale, altri indirizzati verso una luminosa carriera”. L’inaugurazione è fissata per sabato 19 settembre a partire dalle 18, con un concerto jazz di Roberto Fedriga.

Il testo critico della mostra è a cura di Silvia Conti, scrive degli artisti: “ tre di loro si esprimono, oggi, attraverso una figurazione concreta filtrata dalla conoscenza degli antichi maestri e delle tecniche tradizionali, gli stessi hanno avuto un periodo informale, abbandonato, forse temporaneamente, per la percezione sensibile del mondo attuale. Mondo che ha visto ormai ogni forma di espressione artistica e non si stupisce più di nulla.arsenale 3

Tutti e tre indagano la profondità dell’essere, umano per Zoppetti e Previtali e animale per Zanella. Il quarto artista, Airoldi , poliedrico nelle sue espressioni artistiche, espone a Iseo delle immagini fotografiche, come per ricordare, in un balzo sincopato lungo il percorso espositivo, che le espressioni artistiche sono molteplici e che questi artisti ne hanno scelto consapevolmente solo alcune.”

Orari: da martedì a venerdì: 10 – 12; sabato e domenica: 10.00 – 12.00; 16-18 lunedì: chiuso

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.