Tempo di lettura: 2 minuti

Iseo, Brescia. Gli spazi espositivi dell’Arsenale di Iseo, Brescia, ospitano un ensamble d’arte dal 19 settembre al 18 ottobre. Una  mostra che coniuga in un unico spazio le espressioni di fotografia, pittura, e scultura” che vedrà protagoniste le opere di Angelo Zanella, Bruno Zoppetti, Carlo Previtali e Guido Airoldi. Ingresso libero.arsenale 1

Quattro artisti legati da un percorso formativo comune, presso l’Accademia di belle arti di Brera, rappresentativi di tre generazioni a confronto e di quattro tecniche artistiche: pittura ad olio, pittura acrilica con tecnica mista, scultura plastica e fotografia.

– Un vero onore poter ospitare negli spazi della Fondazione L’Arsenale artisti di questa caratura – spiega il presidente della fondazione Luca Degl’Innocenti – Una mostra fortemente voluta per la sua grande intensità emotiva che saprà esprimere. Un percorso tra diverse tecniche artistiche che mi auguro possa cogliere il favore di chi verrà a farci visita. Continua così il pearsenale 2rcorso intrapreso dalla fondazione nel portare a Iseo dei talenti contemporanei, alcuni per altro già noti in campo internazionale, altri indirizzati verso una luminosa carriera”. L’inaugurazione è fissata per sabato 19 settembre a partire dalle 18, con un concerto jazz di Roberto Fedriga.

Il testo critico della mostra è a cura di Silvia Conti, scrive degli artisti: “ tre di loro si esprimono, oggi, attraverso una figurazione concreta filtrata dalla conoscenza degli antichi maestri e delle tecniche tradizionali, gli stessi hanno avuto un periodo informale, abbandonato, forse temporaneamente, per la percezione sensibile del mondo attuale. Mondo che ha visto ormai ogni forma di espressione artistica e non si stupisce più di nulla.arsenale 3

Tutti e tre indagano la profondità dell’essere, umano per Zoppetti e Previtali e animale per Zanella. Il quarto artista, Airoldi , poliedrico nelle sue espressioni artistiche, espone a Iseo delle immagini fotografiche, come per ricordare, in un balzo sincopato lungo il percorso espositivo, che le espressioni artistiche sono molteplici e che questi artisti ne hanno scelto consapevolmente solo alcune.”

Orari: da martedì a venerdì: 10 – 12; sabato e domenica: 10.00 – 12.00; 16-18 lunedì: chiuso

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.