Collio, Brescia. Una domenica in alta Val Trompia, tra avventura in miniera e visita a luoghi carichi di storia, senza tralasciare la degustazione dei prodotti tipici, è l’itinerario proposto del Touring Club sezione di Brescia per domenica 9 giugno. L’itinerario è per un numero massimo di 40  partecipanti, la prenotazione deve essere effettuata entro mercoledì 6 giugno.

Si inizia dalla Miniera Sant’Aloisio è situata a Collio in Valle Trompia dove, dell’attività è tanto antica quanto indefinita. Le miniere rappresentano la vita, consentendo ai valligiani di tenere un’occupazione che non obbliga ad emigrare, ma anche la morte pericoli ed imprevisti; è proprio per questo motivo che le miniere, a volte, portano il nome dei santi: è un modo per invocarne l’intercessione e la protezione.

Negli spazi di quella che è stata un’importante azienda mineraria è possibile compiere oggi un appassionante itinerario esplorativo e conoscitivo, il “Trekking Minerario”. I museale costituito da pannelli informativi e installazioni, si può seguire passo dopo passo il percorso del minerale dalla cernita fino all’arrostimento ed alla raccolta nei silos. Le visite guidate, che si svolgono all’interno delle antiche gallerie dismesse, hanno lo scopo di difendere la memoria del lavoro, di promuovere un grande patrimonio di archeologia industriale, di ricordare e trasmettere alle generazioni future la conoscenza del passato e la cultura mineraria di questa Valle.

Trekking Minerario: Il percorso in sotterraneo ha una lunghezza di circa 2,5 Km; questo percorso permette, in condizioni di sicurezza, l’esplorazione a piedi della miniera al “naturale”, così come lasciata quando si è interrotta l’attività estrattiva. I visitatori sono condotti nelle viscere della terra, alla scoperta delle antiche gallerie dismesse da esperte guide equipaggiati con elmetti protettivi e torce. Durante la visita sono previsti tre cambi di livello; all’interno si possono ammirare meravigliose concrezioni di calcare, stalattiti e pisoliti (dette anche perle di miniera).

Le guide spiegheranno ai visitatori centinaia di anni di storia della miniera, il minerale estratto, i metodi di escavazione e le dure condizioni di lavoro dei minatori. All’interno della miniera vi è una temperatura costante di circa 10° con un’umidità del 95%. E’ consigliato quindi un abbigliamento caldo e comodo, con scarpe chiuse. Possibilità per i ragazzi di compiere in alternativa al trekking minerario il percorso avventura.

Degustazione: La degustazione verrà effettuata a fine visita guidata, all’interno della Miniera, più precisamente al Livello Vallona. All’interno saranno posizionati vecchi vagoni da può essere offerto del vino rosso invecchiato in miniera, acqua, salumi vari, formaggi tipici locali, torta salata, frittata, polenta e un dolce.

Il programma:

10:00 Ritrovo all’ingresso della miniera che si trova sul lato desto della SP 345 (via Castiglione) 2 km prima dell’abitato di Collio e formazione del gruppo. Briefing iniziale e distribuzione equipaggiamento

10:30 Inizio trekking minerario

12:15 Conclusione trekking e degustazione in miniera

13:30 Visita al percorso museale esterno

14:00 Partenza con mezzi propri per Lavone di Pezzaze (ca 11/12 minuti 9 km di distanza) visita guidata alla chisa di S.M Maddalena

15:00 Partenza con mezzi propri per Marcheno e visita alla parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo (ca 10 min – 6 km di distanza)

16:00 Fine visita e rientro

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.