Tempo di lettura: 2 minuti

Mi scrive Artemide, femmina, 36 anni, mano destra

grafo_artemide2

Artemide si definisce “creativa”…ma è un termine del tutto riduttivo.
Sempre più, attraverso questa rubrica, mi rendo conto di quanta meravigliosa potenzialità stia nel cervello femminile… lungi da me la polemica su chi sia meglio, tra maschio o femmina. Sono convinta che entrambi debbano incontrarsi, per rendere questa Terra meno problematica di quanto già non sia…

Solo poco tempo fa ho analizzato altre grafie creative, eccezionali… e Artemide è, a buon diritto, da situare tra queste. Mi meraviglia che non abbia ancora cercato (al di fuori dell’ambito lavorativo ristretto in cui è necessario inserirsi per la pagnotta) mille altre attività che più le sarebbero congeniali…che le darebbero quel respiro, quella libertà emotiva ed intellettiva che le è indispensabile per svegliarsi la mattina…ed essere veramente felice di essere al mondo, di avere le doti che ha, di sapere che “ può “.

Artemide “può” moltissime cose. In lei sono ai massimi livelli:

  • armonia estetica
  • musicalità
  • logica
  • ingegnosità
  • tenacia
  • capacità di apprendere con facilità e scioltezza, tenendo conto di tutte le implicazioni dell’apprendimento
  • velocità di collegamento tra situazioni, fatti
  • visione panoramica della realtà

ed a livelli al di sopra della norma:

  • capacità di adeguamento di ciò che si sa e si è appreso, con ciò che viene affrontato di / e nel “nuovo”
  • reperimento di soluzioni ingegnose a complessi problemi
  • capacità decisionale
  • introspettiva
  • difesa tattica
  • sensualità
  • intuito

Risultano apprezzabili e ben definibili:

  • cautela
  • rifiuto di ciò che è volgare
  • umorismo
  • slancio vitale

Alterne sono, invece, la generosità e la capacità di ricredersi, di fronte a sospetti larvati od evidenti. Solitamente, questi Segni si instaurano nella grafia quando esperienze dolorose passate non siano state metabolizzate, ma permangano (come tarli) dentro la personalità.

Forte risulta la reattività “da accumulo”, quella che è già stata più volte spiegata – data la frequenza con cui la si ritrova al giorno d’oggi: si accumula disagio, si cerca di glissare sui problemi..poi, all’improvviso, si esplode in modo sproporzionato all’accadimento, che diviene la classica goccia che fa traboccare il vaso.

Anche qui, sarebbe interessante effettuare delle ricerche, per comprendere come mai, negli ultimi 20 anni, un Segno di questo tipo (un tempo raro) si sia propalato come gramigna… forse, è il fatto che, nel lavoro, tutto ci costringe a mantenere un aplomb, un contegno che fatichiamo a controllare.
E, quando esplode…

Forte anche il desiderio di “mantenere le distanze”…ma la pulsionalità fa, per fortuna, da moderatore a questo richiudersi in sé, perché la personalità risulta dotata di carisma e di fascino: sarebbe un vero spreco. In sintesi: Artemide sarebbe una forza prorompente, vincente..ha tutte le doti per raggiungere obiettivi impensabili. Ma ha freni e cautele che non le permettono di spaziare come potrebbe. Solo “compensando” con attività estremamente antitetiche al lavoro che svolge può essere serena.

Il sogno che mi ha inviato sarà analizzato nella rubrica di psicologia.

CONDIVIDI
Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *