Casalmaggiore, Cremona. Freddo e neve non sono stati un ostacolo, anzi sembra abbiano dato ancora più energia e voglia di partecipare, correre e magari salire sul podio. È ciò che è avvenuto per la gara di corsa campestre a San Vittore Olona che ha visto protagonisti gli atleti della ASD Atletica Interflumina nella Cinque Mulini.

Per l’ottantasettesima volta dall’ormai lontano 22 gennaio 1933 la Cinque Mulini richiama i più forti specialisti della corsa nei prati per mandare in scena il suo spettacolo. La decana delle campestri internazionali inserita nel circuito Iaaf che raggruppa le più importanti manifestazioni del mondo, si presenta agli appassionati di questa massacrante disciplina.

C’è un clima di grande festa all’ASD Interflumina per la trasferta alla “5Mulini”, sul podio del prestigioso cross nazionale c’è stata la brillante prestazione del cadetto  El Mehdi Bouchuata, trionfatore di una gara condotta con intelligenza nel plotone dei primi. L’atleta ha tenuto testa agli avversari fino all’allungo decisivo finale. Prima vittoria di spessore per lui superando anche il vincitore della precedente gara nazionale del Campaccio.

– La Vittoria del giovane atleta dell’ASD Atletica Interflumina è più Pomì – afferma il presidente Carlo Stassano – quella di El Mehdi  può essere considerata, certamente, una vittoria storica. Mai nei lunghi anni di vita dell’Interflumina alcun atleta di qualsiasi categoria era giunto a tanto. La memoria ci porta alla fine degli anni ’50 dove il grandissimo Cremonese “Cio” Italia aveva conquistato, nella categoria più prestigiosa dei Seniores, l’ambita vittoria.

Oggi annoveriamo El Mehdi Bouchuata fra i protagonisti di una delle più belle espressioni dell’Atletica Leggera, la corsa di resistenza, – continua Stassano – frutto di forte impegno volitivo, tenace, puntuale nel rigore personale, rispettoso degli altri, con profondo amore per la natura e l’ambiente. Le congratulazioni vanno alla sua Allenatrice, la Prof.ssa Liliana Stagnati, Tecnico Europeo  di 4° livello FIDAL, proprio nel Settore della Corsa di Resistenza.

Una gara spledida, la sua, quella di Domenica a S. Vittore Olona. Tutti i migliori atleti nazionali erano presenti in gara, anche chi lo aveva battuto, quindici giorni prima, nell’altra importante manifestazione del Campaccio. Alla 5 Mulini El Mehdi si è presentato più riflessivo, attento alla corretta distribuzione dello sforzo che gli ha consentito di sprigionare  proprio nell’ultimo rettilineo finale dei 2000 metri corsi, uno sprint inarrestabile ed irraggiungibile.

Ora la grande attesa è quella della “consacrazione” ai Campionati Italiani Giovanili . Tutti lo sosteniamo aiutandolo a crescer. El Mehdi è figlio d’arte in quanto il padre, da giovane, rappresentava una speranza dell’Atletica Leggera in Marocco.- conclude Carlo Stassano.

1 commento

  1. Ringrazio il Giornalista VALERIO GARDONI che con grande sensibilità ci aiuta a rinforzare nei GIOVANI l’autostima, la fiducia in loro stessi, la gioia di vivere per OBIETTIVI importanti da conseguirsi attraverso IMPEGNO e SACRIFICIO ma che scaturiscono in grandi SODDISFAZIONI.
    RINGRAZIO la preziosa RIVISTA Popolis di CASSAPADANA che dà VOCE al TERRITORIO rivelandosi sempre più portatrice di una mission che vede nella MUTUALITA’ il principale OBIETTIVO da raggiungere.

Comments are closed.