Pezzaze, Val Trompia, Brescia. L’oltretomba vi chiama? ScopriValtrompia risponde con una giornata dedicata a tutta la famiglia alla ricerca di un “mostro”, il Cerbero, leggendario animale a tre teste che montava di guardia all’ingresso degli inferi!

Del vero Cerbero non c’è più traccia, come neppure dei mostri, fantasmi e spiriti che fino a qualche settimana fa affollavano l’Ade. Dalle ultime informazioni sembra che tali mostri, approfittando della mancanza del loro guardiano, siano scappati dalla loro dimora eterna.

Ritrovarli è di vitale importanza per poter festeggiare la festa di Halloween, il 31 Ottobre! Ecco così che si stanno cercando intrepidi visitatori per mettersi alla ricerca di Cerbero e dei mostri scomparsi. Avranno nell’impresa un accompagnatore d’eccellenza, la mitica Medusa.

Sono difatti aperte le selezioni per trovare famiglie e bambini coraggiosi che, tra macabre prove, soprannaturali incontri e dolci sorprese, dovranno risolvere il mistero.

L’appuntamento è per domenica 28 ottobre dalle ore 14,30 presso il Museo Orma  di Pezzaze, con “Aspettando Halloween…. L’oltretromba vi chiama!”

Il museo archeologico Orma è stato aperto da poco ma qualcosa di strano sembra essere accaduto, infatti, come per magia, è comparso in una vetrina un bronzetto raffigurante Cerbero, il mitologico cane a tre teste posto a guardia dell’ Ade.

Volete una prova del vostro ingegno? Risolvete l’indovinello che segue e scoprite chi sarà uno dei personaggi incontrati:

“Se nel museo, in eterno, non vuoi restare

I miei enigmi dovrai superare.

Capelli dorati e occhio che brilla

Io sono la …..

Per informazioni e prenotazioni contattate al più presto l’associazione ScopriValtrompia al numero di cellulare 333-14 25 093 (lasciate pure un messaggio su whatsapp e sarete richiamati entro la giornata) oppure scrivete a info@scoprivaltrompia.it

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.