Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Dopo la serata di scambio degli auguri natalizi svoltasi con i giocatori del calcio minore, unitamente a all’allenatore Ferrari, collaboratori e genitori, il G.S. Pescarolo si è ritrovato nella serata di venerdì 20 dicembre per la tradizionale cena di auguri, con i giocatori delle squadre juniores e prima squadra, unitamente agli allenatori con i loro collaboratori.

Dopo una cena a base di prelibatezze nostrane, che certamente qualche burocrate europeo boccerebbe e che invece per tutti gli addetti è valsa un bellissimo applauso, è stato il Presidente Tenca ad aprire con i rituali discorsi di consuntivo dell’annata. Più che doveroso, ha precisato lo stesso, un ennesimo grazie ad Achille Caifa per l’ospitalità, inevitabile un riferimento a quella che sarà una grande partita, sarà dura per noi, ha precisato ma altrettanto lo sarà per il Casteverde. La nostra posizione di classifica è legata a problemi nostri ma anche a rigori, non sempre limpidi, che abbiamo subito. Purtroppo alcuni ci hanno lasciato – Baciu, Righetti, Arcari  – o ci lasceranno, Zani, ma tutto questo non ha lasciato screzi tra le parti e a loro va il nostro ringraziamento. Contemporaneamente sono arrivati Pagella Alessio e Dario Squinzi.

Un grazie va a tutti i giocatori, ma una parte di questo va certamente anche all’allenatore Quintavalla e ai suoi collaboratori. Un grazie va anche a Compiani, per la squadra junuiores e al suo gruppo che, nonostante l’impegno dei ragazzi negli allenamenti e in partita, purtroppo non riesce a fare punti. Speriamo in un ritorno migliore, anche di fronte, dopo i problemi iniziali, ad una migliore qualità di gioco, l’importante è non mollare.

Tenca ha poi ringraziato gli sponsor, molti dei quali sono arrivati a noi anche grazie all’impegno del capo corsari Bassi Angelo che nonostante i suoi impegni è sempre presente. Un grazie va a tutti gli addetti ai vari servizi, tra questi le cassiere, gli addetti al bar, ad Elvis e ad Aurelio e Tula per l’ottima cena.

Dopo gli interventi dei responsabili delle due squadre, condividendo la richiesta di un maggior impegno, il D.S. Scodes in modo molto sintetico e chiaro, ha definito un fatto grave la partenza di alcuni giocatori, ha ribadito a tutti la necessità di un maggior impegno, che in precedenza avrebbe potuto evitarci la perdita di alcuni punti. Ai più giovani juniores ha chiesto di non mollare, soprattutto adesso che, superati alcuni problemi iniziali, da quanto si vede in campo, stanno crescendo. La serata si è poi chiusa con la distribuzione di omaggi ai vari collaboratori a cura della Società e anche del capo corsari Bassi Angelo.