Anche a Pescarolo, nel rispetto delle varie normative, è tempo di assemblee. Dopo quella dell’AVIS, è già programmata quella dell’Oratorio per le 18 di domenica 31 e nella mattinata dello scorso sabato 23 è toccata alla sezione AUSER “L. Maffezzoni”, presso la sede di piazza Garibaldi.

In sostituzione del Sindaco, assente per inderogabili impegni di famiglia, era presente il consigliere di minoranza Grossi. Ad aprire la mattinata, nel rispetto di quanto previsto dall’ordine del giorno era, per i revisori dei conti, Riccarda Favalli a dare lettura del parere favorevole degli stessi e concludeva con la lettura delle cifre, in entrata euro 20.699,21 e in uscita euro 32.685,03 con un saldo passivo di esercizio di 11.985,82.che corrispondono in pratica, precisava la stessa, all’impegno per l’acquisto della nuova vettura.

Il Presidente Becchi ringraziando Elvino Alquati per la fattiva collaborazione, passava poi alla lettura dettagliata del bilancio, che in pratica si sintetizza in alcuni numeri riportati nel rendiconto dell’attività svolta. Anzitutto l’associazione aveva nel 2018, 215 iscritti. Tredici i volontari impegnati in attività collegate alla convenzione con il Comune, ai quali ne vanno aggiunti altri tre impegnati in attività di gestione del tempo libero, feste, ecc. I volontari con i mezzi AUSER hanno effettuato 477 trasporti assistiti oltre a 1210 servizi alla persona.

Tra questi giustamente da evidenziare 561 pasti a domicilio, 130 per il Grest dell’Oratorio di Pescarolo, sette interventi per regolare la viabilità, 8 trasporti, andata e ritorno, da Gabbioneta per l’asilo di Pieve Terzagni, oltre a rendersi disponibili due giornate per il trasporto bambini della materna in occasione del fermo bus per motivi tecnici, tutto questo per un impiego dei volontari per un totale di 3.430 ore e 132 ore per servizi alla comunità di Pescarolo ed Uniti e percorrendo complessivamente con le macchine AUSER 28.530 chilometri. A queste aggiungiamo 2.300 ore per la gestione del Centro Sociale (apertura quotidiana e otto tombole in occasione di ogni sabato fine mese) e 10 ore per la gestione del materiale sanitario in comodato d’uso che ci consente, precisava Becchi, di rispondere alla quasi totalità delle richieste.

Dopo l’approvazione unanime del bilancio 2018 il Presidente ha passato la parola alla Vice Luigina Miglioli che ha dato lettura del bilancio preventivo 2019 che è stato poi approvato all’unanimità. Becchi ha poi aperto la relazione sull’attività dell’Associazione nel 2018, con i ringraziamenti alla Presidente provinciale Donata Bertoletti per la presenza, al collegio dei Sindaci rappresentati da Agostino Tonarelli e Riccarda Favalli, ad Elvino Alquati, ai consiglieri e a tutti i volontari che ha definito come la benzina di un Associazione che sta arrivando al compimento del 30° anno e determinante è certamente stata la collaborazione di tutti.

Becchi ha poi tenuto ad evidenziare, accanto ai numeri, l’attività sociale, partendo dalla borsa di studio, in merito alla quale ha lasciato la parola alla Dottoressa Caterina Gozzoli, che ha parlato in sintesi dell’importante e positiva esperienza del lavoro con la scuola e del successo imprevisto che sta ottenendo l’iniziativa di aiutare i più deboli anche attraverso la danza che assieme alla collega Bonelli e a Agostino si sta portando avanti da un paio d’anni. Un posto di rilievo quest’anno certamente se l’è guadagnato il calendario, avendo raccolto l’invito del comune, per un posto sulla pubblicazione, relativo alla raccolta differenziata, siamo passati da 250 a 380 calendari.

Come accennato in precedenza altro momento importante è quello relativo alle otto tombole che vengono fatte nei mesi invernali che si concludono con una merenda in compagnia. Dal 2005, ha precisato inoltre Becchi, celebriamo la giornata della pasta, la vendita sulle piazze di Pescarolo e Pieve di un prodotto realizzato con i frutti ricavati da coltivazioni su terreni confiscati alla mafia e, anche in questo caso, il momento si conclude in compagnia attorno al tavolo per degustare il prezioso piatto preparato dalle nostre volontarie.

Da non trascurare inoltre l’impegno per dare risposte anche sul tema culturale nell’ambito delle iniziative della terza età che frequentano il teatro Ponchielli. La Presidente provinciale proponendo le modifiche dello statuto ha precisato il suo impegno a supportare e tutelare il volontariato, di fronte ad una situazione che evidenzia sempre più la necessità di un lavoro in rete, della massima trasparenza e rispetto delle leggi, in merito alle quali ci stiamo muovendo presso il governo perché non si penalizzi e burocratizzi eccessivamente il terzo settore.

Rendendosi disponibile con la presenza alle iniziative dell’Associazione , la stessa ha poi informato la collettività, con l’obiettivo di dare un servizio sempre migliore e sicuro, sulla programmazione di incontri relativi alla guida sicura, alle relazioni d’aiuto e ad accorgimenti sulla mobilità della persona. Approvate All’unanimità le modifiche allo Statuto l’interessante mattinata si è poi conclusa con un lauto aperitivo.