Tempo di lettura: 2 minuti

Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Così è stata veramente, come si era programmata, un’apertura straordinaria quella del “Portagioie” contenente i giochi di una volta!

Nonostante i vari postumi conseguenti all’incidente nel quale è stata recentemente coinvolta, fortunatamente senza gravi conseguenze la promotrice dell’evento Dottoressa Graziella Del Ninno, tra le quali rientrano anche le dodici ore trascorse al pronto soccorso, precisa lei stessa, non ho voluto rinunciare a importanti impegni programmati per l’occasione.

Un doveroso grazie va alla Bibliotecaria Silla per la fattiva collaborazione e, da parte della comunità, abbiamo voluto vivere e documentare questo momento, per averlo nel nostro archivio, ma soprattutto per fare informazione e far conoscere questa piccola ma importante realtà definita da alcuni come un piccolo portagioie, pieno di tante cose belle.

Il primo impegno si è concretizzato nella visita dei giovani alunni della locale classe quinta, accompagnati dai loro insegnanti. Dopo una breve sosta in biblioteca, per una spiegazione generale, tutti sono saliti al primo piano, cominciando a conoscere i bambini e la scuola di un tempo, attraverso fotografie appese alle pareti e, sul pianerottolo, alcuni elementi di arredo, risalenti a tempi lontani.

Poi si è percorso il corridoio dalle pareti arredate da bellissimi ritratti di bambini di una volta e dal quale si è poi entrati nel “Portagioie”. Grande l’interesse che i bambini hanno trovato nel materiale esposto e dal dialogo che hanno poi aperto con la Dottoressa che ha cercato di far capire loro il valore dei giochi di una volta e attraverso i quali avevamo la possibilità di esprimere la nostra fantasia, ha precisato la stessa.

La visita si è conclusa con la foto degli alunni, con la Dottoressa al centro. Un ultimo saluto dei bambini, completato dai loro bellissimi sorrisi, che rappresentavano la soddisfazione per quanto avevano visto, l’abbiamo fissato dal primo piano.

Il secondo appuntamento era un po’ più impegnativo e voleva essere un grazie ai responsabili di Cassa Padana per la quale erano presenti il Vice Capo Area Cremonese Rag. Fabio Tambani e il Direttore della locale Filiale Rag. Enrico Raschi, unitamente al Sindaco Graziano Cominetti.

In merito va evidenziato il concreto sostegno che l’Istituto di Credito, oltre a dare un importante servizio alla comunità, da alle varie associazioni e gruppi, che operano sul territorio e, anche in questo caso, non ha fatto mancare il suo sostegno. Va precisato, in merito, che tutto quanto riguarda l’arredo delle due stanze è stato pagato dalla Dottoressa Del Ninno, anche attraverso contributi avuti da vari soggetti, elencati in un apposito quadro, inoltre tutto quanto è esposto è di proprietà della stessa, avuto in dono da amici o conoscenze varie e anche in questo caso è esposto un apposito elenco. Molte sono anche le cose che la Dottoressa, in considerazione della sua grande passione , ha acquistato nei vari mercatini che non esita a visitare.

Da parte loro i responsabili di Cassa Padana oltre a complimentarsi con la Dottoressa per quanto fatto, hanno assicurato, per quanto possibile, la loro disponibilità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *