Le imprese del settore agricolo e agroalimentare possono beneficiare di incentivi a
sostegno degli investimenti in e-commerce e in nuove reti d’impresa di produzione alimentare.

Il Piano Campo Libero prevede infatti la concessione di un credito di imposta fino al 40% delle spese sostenute, con un massimo di 50 mila euro, per l’acquisto di dotazioni tecnologiche, software, progettazione e implementazione, sviluppo database e sistemi di sicurezza (misura E-Commerce).
Prevede inoltre la concessione di un credito d’imposta fino a 400 mila euro per la realizzazione di nuovi investimenti, compresi in un programma comune di rete, per lo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie, nonché per la cooperazione di filiera (misura Reti d’impresa).

Sono ammissibili alle agevolazione esclusivamente le spese sostenute per nuovi investimenti, regolarmente fatturate e quietanzate dal 1 ° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016.
Per entrambe le misure le imprese dovranno presentare domanda al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali dal 20 febbraio al 28 febbraio 2017.

Il credito d’imposta va indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta per il quale è concesso ed è utilizzabile esclusivamente in compensazione.