Fondazione Cariplo sostiene la lettura attraverso il bando Per il Libro e la Lettura: 1,5 milioni di euro per promuovere iniziative che favoriscano questa pratica, considerata una necessaria abitudine quotidiana per tutte le fasce della popolazione.

La lettura è infatti uno strumento essenziale per l’inclusione sociale, culturale e quindi economica dei cittadini. Agevola l’accesso alla conoscenza e all’informazione, oltre a svolgere un ruolo abilitante nei confronti di tutte le forme di partecipazione.

Durante l’emergenza Covid-19, abbiamo assistito a una trasformazione dei confini tra ambiti di vita, lavoro e apprendimento che sono entrati fortemente nella sfera domestica e il digitale – quando accessibile – si è imposto come il principale strumento di lavoro, istruzione, informazione e intrattenimento, esasperando i preesistenti divari sociali e culturali (il 31% della popolazione italiana che non usa la rete è rimasto completamente escluso dai circuiti culturali).

La pandemia ha messo in luce un divario tra le condizioni di accesso alla partecipazione culturale, evidenziando delle fratture economicosociali; a fronte di questo è necessario un incremento di attività culturali che aiuti la comunità ad accorciare queste le distanze e per questo Fondazione Cariplo sostiene con determinazione che sia opportuno continuare ad aver cura del settore culturale anche e soprattutto durante la fase attuale.

Con il bando Per il Libro e la Lettura, la Fondazione sceglie di rinnovare il proprio impegno prestando particolare attenzione alle fasce della popolazione con minori opportunità e alle aree marginali, per favorire processi di inclusione sociale e culturale e contrastare fenomeni crescenti di povertà educativa.

Secondo il più recente rapporto annuale ISTAT, nell’ultimo decennio la quota di lettori è drammaticamente scesa da 45,2 al 38,4 % della popolazione, un calo che riguarda in particolare bambini, adolescenti e la fascia di età tra i 35 e i 64 anni.

L’obiettivo generale del bando è ampliare la “base sociale” della lettura, ovvero incrementare il numero di lettori in tutte le fasce della popolazione, anche tra quanti spesso rinunciano al piacere della lettura per mancanza di tempo.

In quest’ottica la Fondazione intende sostenere progetti che stimolino la curiosità e il piacere di leggere soprattutto tra i bambini, gli adolescenti e i giovani adulti; tra gli anziani; tra le persone adulte con scarsa propensione alla lettura e/o con minori opportunità. Particolare attenzione verrà dedicata agli interventi nelle aree fragili del territorio di riferimento della Fondazione o nelle periferie dei grandi centri urbani, per stimolare il protagonismo delle comunità attraverso percorsi radicati nel territorio.

Giovanni Fosti, Presidente Fondazione Cariplo: “La passione con cui ci sono stati proposti dei testi da bambini è ciò che ha determinato in noi il piacere della lettura e l’ha resa un’occasione di apprendimento e crescita. Attraverso la promozione della lettura Fondazione Cariplo vuole incoraggiare dei valori particolarmente importanti in questo momento: la curiosità, l’apertura al nuovo e la capacità di dare senso a ciò che accade. Sostenere la lettura significa sostenere la crescita personale: investire sulle persone, su tutte le persone, è alla base delle scelte di Fondazione Cariplo e della scelta di continuare, in un momento così difficile, a investire sulla cultura, che per noi rimane uno dei pilastri su cui costruire il futuro.”

Andrea Mascetti, Coordinatore della commissione Arte e Cultura di Fondazione Cariplo: “Leggere è una opportunità immensa. Un tempo le librerie di famiglia permettevano a un giovane di esplorare il mondo. Oggi sempre meno persone hanno accesso a queste piccole miniere di conoscenza e possibilità. Fondazione Cariplo vuole gettare un sasso nello stagno e chiamare a raccolta tutti coloro che ritengono la lettura, i libri, le librerie e i librai, un mezzo di elevazione culturale e spirituale di cui non possiamo fare a meno.”

Il bando è aperto fino al 16 dicembre.