Tempo di lettura: < 1 minuto

Dall’11 maggio sarà possibile presentare domanda sul bando nazionale Accordi per l’Innovazione. La misura è dedicata a finanziare progetti di ricerca e sviluppo sperimentale di grande dimensione, a partire da 5 milioni di euro.

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese di qualsiasi dimensione che svolgono attività industriali, agroindustriali, artigiane e che presentano progetti anche in forma congiunta tra loro o con enti di ricerca.

La misura finanzia attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali.

Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo a fondo perduto, e di un eventuale quota di finanziamento agevolato, nel limite massimo dell’intensità d’aiuto pari al 50% dei costi ammissibili di ricerca industriale e al 25% dei costi ammissibili di sviluppo sperimentale.

Per quest’anno è prevista l’apertura di due sportelli per la presentazione delle domande, al via a maggio la prima finestra. La procedura di valutazione prevede una fase negoziale con il Ministero.