Tempo di lettura: < 1 minuto

E’ ai nastri di partenza un nuovo bando nazionale per sostenere gli investimenti delle piccole e medie imprese italiane. Grazie al programma React EU sono stati stanziati 678 milioni di euro sull’intero territorio nazionale, di cui 250 milioni per le regioni del Centro – Nord.

Saranno finanziati progetti volti a favorire la trasformazione digitale dell’attività manifatturiera delle Pmi attraverso l’utilizzo di tecnologie abilitanti individuate dal piano Transizione 4.0, con particolare attenzione ai temi dell’economia circolare, della sostenibilità ambientale e del risparmio energetico.

La misura si rivolge alle Pmi dei settori manifatturiero e servizi con almeno due bilanci depositati. L’agevolazione consiste in un contributo in conto impianti variabile in base alla localizzazione dell’intervento e alla dimensione di impresa: dal 50% al 60% per Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, dal 40% al 50% per Basilicata, Molise e Sardegna, dal 25% al 35% nelle altre Regioni. Rientrano fra le spese ammissibili: macchinari, impianti e attrezzature; opere murarie; programmi informatici e licenze d’uso; l’acquisizione di certificazioni ambientali. L’importo massimo agevolabile per ogni investimento non potrà essere superiore a 3 milioni di euro.

Si attende ancora l’approvazione del nuovo regime di aiuto da parte dell’Ue per la pubblicazione del bando. La valutazione delle domande sarà a sportello.