Breno, Brescia. Dopo i primi due bandi per sostenere gli operatori culturali della Valle Camonica nel post-Covid, la Comunità Montana mette a disposizione altri 90.000 € per realizzare progetti innovativi in campo culturale. Un invito rivolto a tutti gli operatori e alle imprese culturali e creative per immaginare nuovi percorsi di narrazione e di rilancio. Oltre la crisi parte il nuovo racconto della valle.

La richiesta di partecipazione al presente Invito dovrà essere presentata solo attraverso la compilazione del modulo allegato, accompagnato da un progetto dettagliato dell’iniziativa che si intende realizzare, da inoltrare al protocollo informatico dell’Ente entro e non oltre le ore 12 del 28 settembre 2020.

Dopo aver dato corso, nei mesi scorsi, a due bandi per sostenere gli operatori culturali della Valle Camonica nel periodo dell’emergenza pandemica che hanno erogato sul territorio oltre 90.000 € di risorse per realizzare più di 30 microinterventi, la Comunità Montana di Valle Camonica lancia un ulteriore invito rivolto a progettare il futuro della cultura in Valle Camonica.

E’ stato infatti pubblicato il bando rivolto a tutti gli operatori culturali e alle imprese culturali e creative per sperimentare nuove attività di divulgazione, disseminazione, formazione riferite al patrimonio culturale, per elaborare nuovi strumenti e racconti per la Valle dei Segni.

La parola d’ordine è: ripartenza, e la Comunità Montana, con il suo Distretto Culturale e con il tavolo UNESCO, ha approfittato della disponibilità del Ministero per i Beni Culturali per destinare ad interventi sul territorio alcune risorse originariamente previste per studi e piani di gestione.

Vogliamo che la Valle Camonica si lasci alle spalle questo periodo tragico – hanno commentato Attilio Cristini e Sergio Bonomelli, presidenti del Distretto Culturale e del tavolo UNESCO – e che il mondo della cultura si sforzi di trovare nuove strade, nuovi percorsi per presentarsi al suo pubblico. Per questo abbiamo lanciato questo Invito e finanzieremo progetti davvero innovativi per un rilancio della capacità di raccontare le cose importanti che ci sono e che vengono fatte in Valle Camonica”.

I progetti potranno riguardare i temi della formazione e del racconto dell’arte rupestre, dell’accessibilità al patrimonio culturale, delle tradizioni alimentari, dell’acqua e dell’artigianato, e verrà premiato in particolare il carattere innovativo dei progetti. Ogni progetto dovrà avere un costo massimo di 10.000,00 € e c’è tempo fino al prossimo 28 settembre per presentare i progetti. Tutte le informazioni si possono reperire sul portale della Comunità Montana e del Distretto Culturale.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.