Bardolino, Verona – Plateatici di bar e ristoranti raddoppiati gratuitamente per affrontare l’emergenza del settore e garantire la sicurezza dei visitatori.

Bardolino, sul Lago di Garda, si prepara a far ripartire la stagione turistica e arrivano dall’amministrazione comunale i primi interventi per permettere a tutte le attività collegate al turismo di poter lavorare rispettando le indicazioni del Governo.

Per tutto il 2020, quindi, ai pubblici esercizi che ne faranno richiesta, sarà possibile ampliare il plateatico esterno del doppio rispetto all’attuale occupazione, garantendo una corsia di libero accesso alle abitazioni ed eventuali diritti di terzi, oltre al rispetto del codice della strada, dei vincoli ambientali e della sicurezza di cose e persone.

«Dopo aver affrontato l’emergenza sanitaria, che fortunatamente a Bardolino è stata contenuta, ora dobbiamo pensare a far ripartire il tessuto economico del paese – ha spiegato il sindaco Lauro Sabaini – L’ampliamento dei plateatici rientra in un pacchetto di interventi a sostegno dell’economia turistica che tocca i 500 mila euro e che speriamo possa essere un primo impulso in attesa che arrivino anche dal Governo gli aiuti necessari a far ripartire nel modo più consono possibile tutto il comparto».

Oltre al raddoppio dei platetatici il Comune ha già previsto il taglio del 50% sull’imposta della pubblicità, del 40% dell’OSAP (la tassa sui plateatici) e del 25% sulla TARI (relativa ai rifiuti), la concessione della prima ora gratuita nei parcheggi e la redazione di un piano di promozione e marketing di attuazione immediata.

«L’impressione generale è di grande sconforto da parte delle attività economiche – ha proseguito Sabaini – ma è indispensabile che il nostro territorio si faccia trovare pronto nel momento in cui si potrà tornare a parlare di turismo, sia anche solo quello di prossimità, almeno nella prima fase.

Dobbiamo fare in modo che tutte le attività economiche abbiano la possibilità di riaprire in tutta sicurezza e tutelarle il più possibile, allo scopo di superare questa tempesta e attendere che torni il sereno al più presto».

Bardolino ha fatto registrare nel 2019 oltre 2 milioni di presenze turistiche, senza contare l’afflusso di visitatori occasionali che durante tutto l’anno frequentano la cittadina sul Lago di Garda per godersi le passeggiate e il centro storico.

«È chiaro a tutti che non sarà possibile ritornare sul breve periodo ai numeri che abbiamo sempre registrato negli ultimi anni – ha concluso Lauro Sabaini – ma stiamo vedendo come sia tanta l’attesa per poter tornare a Bardolino e ne sono testimoni le migliaia di messaggi e mail che ogni giorno arrivano sia nella sede comunale che all’ente di promozione turistica, la Fondazione Bardolino Top.

Il nostro auspicio è di poter essere una delle prime mete da poter visitare una volta che sarà possibile spostarsi per turismo, potendo garantire ampi spazi verdi, strutture preparate e accoglienza di prim’ordine».