Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia. Barfly – Il teatro Fuori Luogo, più di trenta appuntamenti da giugno e settembre compongono una rassegna itinerante fra centro storico a Via Milano, con la quale Teatro19 prova a creare un’asse culturale partecipato che colleghi il centro alla periferia. Una proposta in ascolto delle pulsioni della città, dei bisogni di socialità, creatività, cultura e partecipazione. Barfly propone teatro contemporaneo, laboratori gratuiti al parco, progetti performativi partecipati, produzioni giovanili, letture, cinema, produzioni ad hoc, trekking urbani alla scoperta della zona e delle sue trasformazioni.

Barfly – Il teatro Fuori Luogo nel 2021 resiste e reagisce, fa sua la necessità di rispondere all’apatia obbligata, alla mancanza di socialità, di scambio, di possibilità relazionali, con la messa in campo di tutta la creatività possibile nel rispetto delle normative e della sicurezza sanitaria. Ospita teatro contemporaneo nazionale che si confronta con il territorio: da Daniele Timpano (Roma) al Teatro delle Bambole (Bari) alle azioni urbane di ExvUoto (Vicenza).

Propone produzioni ad hoc di Teatro19 sul territorio bresciano, che mostrano in particolare la zona ovest della città con gli occhi degli abitanti storici e nuovi, dei negozianti e anche con quelli di chi, dall’alto del suo cavallo, non guarda Via Milano perché gli occhi li ha rivolti al centro, e alla periferia volge le terga: Garibaldi, o meglio la sua statua, che sarà invitata a scendere e a guidare il pubblico nello spettacolo conclusivo dei quattro anni in cui Teatro19 ha agito come partner del progetto Oltre La Strada per la rigenerazione urbana di Via Milano.

Sempre in quest’ottica di nuovo sguardo, saranno proposti tre trekking urbani nella stessa zona guidati dallo storico Marcello Zane con incursioni teatrali a sorpresa, e il documentario “Radio Fontane” prodotto da Elia Moutamid per Teatro19, che testimonia la risposta popolare di resistenza, disincanto e speranza osservata nell’arco di quattro anni di progetto attraverso le lenti deformanti ma sincere di alcuni personaggi emblematici del territorio.

Barfly 2021 dedica un occhio speciale alle nuove generazioni, dai bambini agli adolescenti e giovani, che più duramente di altri hanno subito il distanziamento sociale. Tre gli appuntamenti dedicati alla creatività giovanile: due compagnie teatrali under 25, Libere Trame, emanazione di Teatro19, e Geometria delle Nuvole, dalla Toscana, mostreranno sul palco le loro produzioni, per poi scambiarsi le rispettive scoperte e pratiche di lavoro in un laboratorio aperto gratuitamente ad altri giovani del territorio. Ma Barfly pone attenzione a tutte le generazioni; dagli appuntamenti per i più piccoli con la raccolta di fiabe in quartiere e la restituzione attraverso il live del podcast “Dai Nonna!”, alla performance finale del laboratorio “Matinée in via Milano” ad opera dei suoi partecipanti, tutti over 60.

Per rispondere alla riemersione della voglia di partecipazione dopo l’isolamento forzato, Barfly propone anche per il 2021 nei parchi cittadini i laboratori gratuiti OPEN SPACE, tenuti dagli artisti ospiti della rassegna, aperti sia a chi abbia già esperienza teatrale, sia a curiosi e passanti interessati. E se ancora qualcuno pensasse al teatro come un’attività elitaria, adatta solo a pochi, Teatro19 offre sessioni di training teatrale aperte e gratuite nei parchi di Via Milano: l’allenamento teatrale come attività fisica di presenza, consapevolezza, risveglio muscolare e concentrazione, una pratica salutare adatta a tutti.

Il programma.

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.