Tempo di lettura: 2 minuti

Travagliato (Brescia) – L’antica chiesa settecentesca del Suffragio di Travagliato si veste con gli indumenti della propria epoca di riferimento. L’iniziativa, volta ad un abbellimento estemporaneo di quest’ambiente, ormai utilizzato più per manifestazioni profane che per quelle religiose, è una attrattiva tradotta nei termini di “installazioni artistiche di preziosi abiti storici del ‘700 con ambientazione ed oggettistica di modernariato usato”.

In piazza Libertà, dove si situa quest’edificio religioso, convertito da tempo pure a sede espositiva, è contestualmente prevista, sabato 14 settembre, l’annuale manifestazione “Notte Bianca” che anche Travagliato sviluppa, in sintonia con l’andare delle ricorrenti inclinazioni evasive di tendenza, nell’essere subentrate nel calandario degli eventi d’aggregazione più recenti, praticati in vari luoghi, a promozione del contesto locale dove prendono corpo vari motivi di interesse, valorizzati nel fare da cornice ad un programma spinto fino alle ore più piccole.

Tra questi aspetti di condivisione, anche questa proposta, dedicata agli indumenti d’allora, che, con il nome di “Barock” è animata nelle ultime ore di sabato 14 settembre, aprendo i battenti dalle ore 19 fino a mezzanotte, come pure, in un’altra differente circostanza, invece mattutina, dalle ore 9 fino al mezzogiorno, interessando la giornata di mercoledì 18 settembre, tappa settimanale, tradizionalmente di mercato per Travagliato, come da consuetudine approntato nella stessa piazza Libertà, innanzi alla quale si affaccia la chiesa del Suffragio, in questo caso, utilizzata nella sua capiente esclusività ricettiva, per le idezioni raccolte nell’espressione evocativa di “Barock”.

Quest’iniziativa è organizzata dalla locale associazione “Ambaradan” in collaborazione con il “Gruppo Scenografico di Sale Marasino” (nelle foto, tratte dal profilo fb https://www.facebook.com/GruppoScenograficoSaleMarasino/), per la direzione artistica di Daniea Ziletti.

CONDIVIDI
Luca Quaresmini
Ha la passione dello scrivere che gli permette, nel rispetto dello svolgersi degli avvenimenti, di esprimere se stesso attraverso uno stile personale da cui ne emerge un corrispondente scibile interiore. Le sue costruzioni lessicali seguono percorsi che aprono orizzonti d’empito originale in sintonia con la profondità e la singolarità delle vicende narrate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *