Tempo di lettura: 2 minuti

Vernasca, Piacenza. Acrobati, giocolieri, mangiatori di fuoco, musicisti, clown invadono il borgo di Vernasca nella splendida Val d’Arda, 27, 28 e 29 luglio si trasformerà in un enorme palcoscenico di oltre 10.000 mq. dove angoli caratteristici, piazze, corti private, sono sfondi per le espressioni artistiche.Giunto alla quattordicesima edizione, Bascherdeis può vantare un vastissimo repertorio di artisti di strada di ogni genere, tre giorni interamente dedicati all’arte, arricchiti dalle performance di alcuni tra i più eclettici buskers internazionali.

Creatività, maestria e talento da vendere da parte di artisti che della loro passione hanno fatto uno stile di vita, chi con la musica, chi sfidando la legge della gravità in barba a Newton con le loro formidabili acrobazie. Sono loro a tenere viva la nostra stanza del sogno che spesso si infrange con la dura realtà. Ecco perché diventa uno chapeau generosamente reciproco, da una parte loro verso di noi, al termine di una esibizione che diventa un pezzo unico e irripetibile della loro storia artistica, dall’altra noi spettatori che in cuor nostro ci inchiniamo con gratitudine verso coloro che con il loro estro ci aiutano a continuare ad essere vivi, a sognare a colori, a sfidare il limite, a vedere bellezza nel loro talento, coraggio a non mollare mai, e lasciamo cadere una monetina in quel cappello che ci porgono con un sorriso.

I Baschers hanno una marcia in più: la strada ci dona sensazione di libertà, di essere senza regola; che sia asfalto, erba o sentiero ciottolato, l’artista si esprime su di esso, ne fa il suo palco, ed osa senza vedere la fine dell’orizzonte; è semplice nell’approccio, fa volentieri a meno di un teatro, ma allo stesso tempo ambisce alla perfezione, lasciando in sottofondo quel senso di bon ton e gentilezza attraverso un gesto che riassume tutto il pathos della sua performance.Bascherdeis punta a coinvolgere un pubblico sempre più trasversale, per età e per interessi. A cominciare dai più piccoli, che saranno i protagonisti in un’area riservata con spettacoli e iniziative speciali, ma senza dimenticare che il cuore della kermesse ruota, come sempre, intorno all’arte di strada. E grazie ad una fama che ha ormai passato i confini nazionali, ad ogni edizione non mancano alcuni tra i protagonisti internazionali più apprezzati.
Sabato 28 e domenica 29 luglio sarà ricchissimo il programma di ​​​artisti di strada e musica con grande spettacolo di chiusura domenica sera alle ore 23.00.

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.