Tempo di lettura: 3 minuti

Cremona. Il nuovissimo progetto “Bella Cremona”, che mette sul “piatto” le eccellenze agroalimentari della terra cremonese va in scena e si presenta al festival delle culture e delle tradizioni del mondo “Artigiano in Fiera”.

Gli artigiani di oltre cento Paesi saranno i protagonisti della più importante rassegna internazionale del settore, la 9 giorni dell’artigianato dal 1° al 9 dicembre a Fiera Milano. La manifestazione, a ingresso gratuito, sarà aperta al pubblico dalle 10 alle 22.

Autenticità, originalità, qualità, tradizione e innovazione sono il cuore del progetto Bella Cremona, che raccoglie il meglio degli artigiani, produttori e consorzi cremonesi che hanno deciso di mettersi in rete per dare ancor più valore aggiunto ai prodotti che in questi anni hanno visto un trend in continua crescita nell’economia del settore agroalimentare. Il progetto è stato ideato dal Confartigianato Cremona ed è sostenuto dalla locale Camera di Commercio.

È già partito il conto alla rovescia per la ventitreesima edizione di Artigiano in Fiera dedicata all’artigianato mondiale al polo fieristico di Rho-Pero. In nove giorni sono attesi oltre tremila espositori, con prodotti provenienti da tutto il Mondo, esporranno opere fatte interamente a mano: prodotti autentici, originali e di qualità che stupiscono per innovazione e bellezza.

Tutti i comparti saranno rappresentati: dall’enogastronomia all’abbigliamento, dalla gioielleria all’oggettistica, dall’home living alla cosmesi naturale. In un clima di festa, migliaia di espositori metteranno in mostra opere fatte interamente a mano.

Sarà la “nove giorni dell’artigianato” ma non solo: negli oltre 340.000 metri quadrati di superficie espositiva, i visitatori, nei nove giorni di rassegna, oltre a degustare le ricette dei 41 ristoranti e dei 21 luoghi del gusto, potranno ammirare la maestria degli artigiani in performance live e assistere agli spettacoli di danze e canti tradizionali, che animeranno la manifestazione ogni giorno.

Artigiano in Fiera si confermerà anche come una grande rassegna mondiale dell’enogastronomia. Gli oltre 40 ristoranti e le aree di degustazione condurranno i visitatori verso le tipicità dell’Italia, dell’Europa e del mondo. Ritornerà, a grande richiesta, Artimondo restaurant: il ristorante dedicato alle migliori ricette del made in Italy in collaborazione con la Federazione italiana cuochi e con la presenza della Nazionale degli chef.

Oltre al calendario dei corsi di creatività, Artigiano in Fiera si confermerà come un’esperienza unica, ricca di emozioni e suggestioni grazie all’immancabile programma di eventi. Sarà una vera e propria festa delle tradizioni e delle culture del mondo un’opportunità irripetibile per entrare in contatto con la storia delle popolazioni del pianta.

Dalle tradizioni del Vecchio Continente al mondo: i visitatori potranno assistere alle performance live fatte con i tradizionali bonghi del Senegal, alle danze Festejo, alla musica Crolla del Perù, alle esibizioni di un gruppo di ballerini egiziani della Tawassol Band e al tradizionale mandala tibetano.

Sarà presenta anche l’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano: l’istituzione, che fa parte di una rete mondiale di 480 centri sparsi in 115 stati, è stata ideata per promuovere e diffondere la lingua e la cultura cinesi nel mondo. In fiera organizzerà lezioni di lingua cinese, di calligrafia, di Taijiquan, Qigong, Kung fu, carta ritagliata e maschere.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *