Tempo di lettura: 3 minuti

Pescarolo ed Uniti (Cremona) – La Bellissima voce di Annalisa e la sua intraprendenza nel coinvolgere i presenti nel Karaoke, hanno concluso la tre giorni della “Fiera di San Giovanni Decollato” a Pieve Terzagni, splendidamente organizzata dai volontari della Pro Loco e G.S.

Soddisfatti gli organizzatori per un’edizione riuscita e i numeri delle presenze lo confermano, nonostante le perplessità iniziali legate alle numerose e importanti iniziative in programma sul territorio in questo scorcio di stagione.

Premettondo che per le tre giornate è stato presente sulla piazza un gonfiabile per i più piccoli, per la prima serata i punti di richiamo sono stati l’ormai conosciuta  “torta fritta” di Roberto e Letizia e la musica degli “Interno 4” di Biloni e C.

Bene la giornata di sabato iniziata alle 18.00 con la gara dei “marubin fat cul dit”. Sei i gruppi che si sono cimentati nell’ardua impresa, con la preparazione della pasta e completando poi l’operazione con il ripieno appositamente preparato con i vari segreti di ognuno, facendone una prelibatezza.

Questa la composizione dei gruppi: 1) Anna, Matteo, Stefania e la mascotte Marta; 2) F.P. così si è presentato l’unico gruppo proveniente da fuori comune; 3) Zucchelli Matteo, Elisa Rosella; 4) Rino, Ilaria e Francesca; 5) Gio’, Tula e Tino; 6) la nonna Marilena con le nipoti Maddalena e Elisa.

Giudici di gara Bonioli Paolo, Ghisolfi Michele, Nicoletti Mariella (Silla) e Alquati Libero che riconfermato al primo posto i vincitori della precedente edizione “Gio’, Tino e Tula” e posare con tutti i concorrenti per la foto di gruppo.

La giornata si è poi conclusa con una serata dedicata alla solidarietà verso i terremotati, con la “amatriciana”. La serata è stata allietata dal gruppo “I crauti” molto conosciuto a Pescarolo, essendo alcuni componenti sempre presenti alla giornata dedicata all’accensione del “Landini in occasione dei preparativi del “FALO’”.

L’ultima giornata, domenica 27, è iniziata presto per gli addetti ai lavori, con la preparazione delle apposite chiusure delle strade di accesso alla piazza, nel rispetto delle recenti disposizioni in materia di sicurezza. Poi sulla piazza hanno cominciato ad affluire i pezzi rari portati dagli appassionati di motori, un momento definito “memorabile” perché sono arrivati in Piazza Martiri, a completamento dell’esposizione, ben 65 pezzi  suddivisi in 17 ciclomotori, 32 motociclette e 4 scooter e, per gli appassionati, anche la Fiat Spider del 1973 con motore OSCA. Ad arricchire ulteriormente l’interesse per gli appassionati, ma anche per i semplici curiosi, 11 biciclette d’epoca, tra le quali la copia di una a ruota alta del 1860, una dei bersaglieri e una da viaggio oltre a 9 biciclette in legno, a leva a ingranaggi e una realizzata su disegno di Leonardo da Vinci. “Su progetti dello stesso – precisa l’appassionato Mauro Meloni di Motta Baluffi – ho realizzato anche la sega a nastro e il tamburo, esposto al Museo della Musica Meccanica a villa Silva a Lizzano di Cesena. La mattinata si è conclusa con una grigliata presso l’agriturismo San Carlo.

Nel pomeriggio sulla piazza, oltre al gonfiabile, c’erano carrozze e cavalli.

Nelle serate di venerdì 25 e domenica 27, snobbati un po’ da “noi grandi”, i bambini erano presenti sulla piazza con un loro banchetto, con fumetti, collane e articoli vari per raccogliere offerte pro-terremotati e che, unitamente a quanto raccolto in occasione della cena con la” amatriciana”, confluiranno nell’apposito fondo, istituito a suo tempo dal comune di Pescarolo ed Uniti con il titolo “AIUTACI AD AIUTARE” e, tuttora ancora aperto, presso Cassa Padana.

Una nota piacevole che nella sua semplicità, perchè voluta da bambini, merita certamente un bravi, per i valori di solidarietà che ha rappresentato.

Il prossimo appuntamento per i cittadini di Pescarolo e Pieve Terzagni è per sabato 9 settembre con la “Festa dell’Oratorio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *