Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. L’appuntamento con un nuovo modo di spostarsi in città è per mercoledì 17 aprile dalle ore 8 alle ore 16, quando si terrà in via Ticino Bicinvia iniziativa rivolta agli alunni della scuola primaria “C. Monteverdi”. La giornata, a cura di FIAB Biciclettando Cremona, si inserisce nell’ambito del progetto “Territorio Cremona, programma nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro”, si concluderà con la realizzazione di una linea di “Bicibus” per sensibilizzare i bambini e le loro famiglie ad utilizzare la bicicletta per andare a scuola. Il percorso è realizzato in collaborazione con il Settore Politiche Educative del Comune di Cremona.

Le classi coinvolte potranno sperimentare a turno, attraverso i diversi laboratori, la conoscenza, l’uso e il ri-uso della bicicletta. Saranno allestite tre postazioni: “Ricicletta”, laboratorio creativo con materiali di recupero; “Gimkana”, laboratorio di educazione stradale; “Ciclofficina”, laboratorio di manutenzione della bicicletta. Quest’ultimo sarà guidato dai volontari della FIAB insieme alla “Gare des Gars” (la stazione dei ragazzi), laboratorio e luogo di aggregazione gestito dalla cooperativa Cosper. Sarà un modo per sensibilizzare i bambini all’utilizzo della bicicletta per andare a scuola.

A partire dalle ore 14 e fino alle ore 16, si terrà inoltre il laboratorio di yarn bombing “La via degli alberi colorati”. Lo yarn bombing è una tecnica di street art costituita da installazioni formate da materiale tessile lavorato a maglia o a uncinetto utilizzate per rivestire arredi urbani, alberi e altro ancora. Il laboratorio, aperto alla cittadinanza, è nato da un’idea della scuola dell’infanzia “Agazzi”, realizzato in collaborazione con l’associazione Amici di Robi e il gruppo informale di Viva Vittoria Cremona. Infine, dalle ore 16.00, “Fili di colore”, laboratorio di yarn bombing per i più piccoli rivolto a bambini e famiglie.

Le iniziative della giornata evidenziano il positivo processo di partecipazione innescato dal progetto “Cittadinanza in movimento. Sulla strada della partecipazione” il cui obiettivo primario è quello di promuovere e favorire forme di cittadinanza attiva per la cura del “bene comune”. In questa direzione si muove la rete di soggetti che si è aggregata intorno al bene comune di via Ticino.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *