Tempo di lettura: 2 minuti

Montichiari, Brescia. È un “paese dei balocchi” Seridò, la grande evento a misura di bambino, che tutti gli anni offre due lunghi week end dove figli e genitori i protagonisti di giornate ludiche, colorate da tantissimi eventi. La nuova edizione al centro Fiera di Montichiari è in programma nelle giornate dal 25 al 28 aprile e dal 1 al 5 maggio, con orario continuato dalle 9,30 alle 19.

Seridò è una grande festa con stand attivi, aree gioco, spazi creativi, spettacoli ed attrazioni che coinvolgono i piccoli e le loro famiglie. A Seridò i bambini non sono mai semplici spettatori, bensì protagonisti. Possono giocare liberamente negli spazi attrezzati, entrare in un teatro ed assistere a uno spettacolo, provare l’emozione di andare a cavallo, partecipare ai laboratori creativi, scoprire nuovi sport, cantare, sperimentare in prima persona situazioni di gioco da ripetere, poi, nel quotidiano. La filosofia di fondo della manifestazione si basa sulla collaborazione di molti attori che, insieme, realizzano un grande evento no profit a misura di bambino.

Gli angeli custodi di Seridò sono gli animatori che si occupano di far giocare i bambini, garantire la sicurezza e rendere agevole la permanenza delle famiglie. Indossano una maglia arancione che li rende riconoscibili e sono al servizio di tutti i partecipanti alla festa, sono il valore aggiunto che Seridò sceglie, da sempre, per garantire esperienze educative e ludiche. Ogni giorno a Seridò sono presenti oltre 300 animatori, ognuno con il suo compito e il suo ruolo.

Oltre a un gruppo di animatori ed educatori professionisti, individuati fra quanti lavorano quotidianamente nel mondo dell’educazione e/o della scuola, Seridò si avvale della collaborazione di Gruppi Scolastici, Gruppi Scout e di Oratorio.

Dal 1997, ogni anno la festa è sempre più grande, oltre ai giochi la manifestazione è ricca di spettacoli di burattini, teatro per ragazzi e molto anno, un programma che si arricchisce di anno in anno, una vera festa di primavera per tutta la famiglia.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *