Tempo di lettura: 2 minuti

Milano. Frutta e verdura protagoniste della XVª edizione del Festival della Biodiversità, al Parco Nord Milano dal 16 al 26 settembre, si ispira ai valori e agli intenti stabiliti dall’ONU che ha proclamato il 2021 “Anno internazionale della Frutta e della Verdura”.

L’obiettivo è di creare una consapevolezza collettiva sull’importanza della biodiversità nello sviluppo sostenibile. Con la realizzazione di oltre cento eventi, il Festival si propone come uno degli eventi più importanti sulla natura e la sostenibilità.

La frutta e la verdura hanno un impatto ambientale minore rispetto ad altre coltivazioni, a condizione, però, di sviluppare la loro produzione secondo un approccio olistico, riducendo fertilizzanti e pesticidi. La crescita della distanza tra prodotto e consumatore comporta non solo un pesante impatto ambientale, ma anche l’omologazione delle varietà. Diventa, dunque, necessario riflettere sull’importanza delle produzioni locali e trovare nuove strategie per conservarle e valorizzarle. In questo ambito, le aziende agricole a conduzione familiare offrono grandi vantaggi in termini di qualità, costi produttivi e flessibilità nei periodi di crisi.

Il Festival della Biodiversità nasce nel 2007 con l’intento di coinvolgere il grande pubblico per comprendere il valore e l’importanza della biodiversità, in particolare il Festival vuole mettere in risalto gli interventi di riqualificazione ambientale e naturalistica, i paesaggi rurali e naturali presenti anche in città, gli ecosistemi a rischio di impoverimento e i saperi materiali e scientifici di culture rispettose della natura, con uno sguardo al futuro del Pianeta.

Nel corso degli anni il Festival si è affermato come una delle più grandi rassegne nazionali sui temi della natura e della sostenibilità, grazie alla realizzazione di oltre cento eventi nell’arco di 12 giorni, alla presenza di importanti partner pubblici e privati e alla partecipazione di più di 30.000 visitatori.

Sarà occasione per entrare in contatto con la biodiversità del Parco, toccarla con mano e comprenderne il profondo valore per lo sviluppo sostenibile del nostro territorio; ma anche per scoprire gli interventi di riqualificazione ambientale e naturalistica, i paesaggi rurali e naturali presenti in città.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome