Milano. Da turisti a viaggiatori: la proposta della BIT, la borsa internazionale del turismo, in programma da domenica 2 a martedì 4 aprile prossimi. Il pubblico può accedere domenica 2 aprile, mentre il resto delle giornate sono dedicate ai professionisti del settore.

La BIT è per viaggiatori che non si accontentano più di “visitare”, ma vogliono immergersi nell’esperienza della destinazione con tutti i cinque sensi. Gustare i sapori, ascoltare il suono delle lingue e delle musiche, ammirare i paesaggi e osservare i dettagli dell’arte e della cultura, ma anche vivere usi e costumi come “veri” abitanti o entrare in sintonia con i luoghi nei modi più diversi, dalla camminata all’immersione, agli sport estremi.

È per rispondere in modo ancora più efficace a questa evoluzione che Bit si presenta in una veste totalmente rinnovata: ritorna nella sede storica di fieramilanocity, a stretto contatto con il cuore della capitale economica d’Italia.

Tre giorni dove professionisti e viaggiatori potranno vivere in prima persona l’esperienza del nuovo turismo guidato dagli stili di vita. Un percorso espositivo completato da 3 aree tematiche progettate in collaborazione con esperti di ciascun settore e focalizzate su segmenti particolarmente performanti A Bit of Taste per l’enogastronomia, I Love Wedding per il wedding tourism e Be Tech per il digitale.

Vagare tra i padiglioni è un vero giro del Mondo dov’è possibile trovare informazioni per ogni esigenza turistica, incontrare esperti del settore che sanno rispondere alle più svariate richieste dei viaggiatori, dai più tranquilli e classici ai più esigenti.
Tra le novità da segnalare: un giro d’Italia all’insegna delle esperienze. Per gli amanti della vacanza nella natura, la meta più hot di quest’anno è il Sud Italia: Abruzzo e Molise.

Entrambe Regioni che ritornano a Bit dopo alcune edizioni, stanno diventando autentici paradisi per il cicloturismo grazie a percorsi unici tra mare e monti lungo gli antichi tratturi che toccano il Parco Nazionale della Majella e borghi di charme come Roccaraso in Abruzzo o Vastogirardi in Molise. Oltre naturalmente al “piccolo Tibet” italiano, il Gran Sasso, presente in manifestazione anche con il Consorzio Gran Sasso d’Italia L’Aquila e Terre Vestine. Senza dimenticare i tanti siti UNESCO del Bel Paese. La Bit, quest’anno, ha ottenuto il Patrocinio del Ministero delle attività culturali e del turismo.

Naturalmente la manifestazione è una finestra sul Mondo, con la rappresentanza dei vari continenti dove il pubblico può scoprire le destinazioni, nuove mete di vacanza.
Oltre 90 convegni in 3 giorni: Bit2017 offre anche questo, Bit metterà a disposizione di tutti i visitatori un ricco palinsesto di convegni sui temi più attuali del mondo del turismo.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.