Tempo di lettura: 3 minuti

Ferrara. Ritorna in presenza il Festival di microteatro BONSAI, dal 16 al 26 settembre, organizzato da Ferrara Off  con il sostegno del Comune di Ferrara e della Regione Emilia Romagna e in collaborazione con Festival Pindoles di Barcellona. BONSAI è parte del progetto “Giardini Comuni” finanziato da A.N.C.I., che sostiene la creatività giovanile a favore della riqualificazione sociale, economica e culturale del Quartiere Giardino di Ferrara.

Dopo una quarta edizione, che si è svolta online nel 2020, continua  la sfida di avvicinare sempre più persone al teatro in modo informale, in spazi non convenzionali del Quartiere Giardino, attraverso generi diversi e sperimentali: dalla danza al teatro di figura, dalle performance site specific a quelle audioguidate. Tante le collaborazioni e i luoghi nei quali si articolerà il Festival, come piazza XXIV Maggio e la Darsena, le sedi espositive di Riaperture Photofestival, il Centro “Acquedotto” ANCeSCAO e il Ristorante Scaccianuvole.

Oltre a queste collaborazioni, per il primo anno il progetto arriva anche agli studenti più giovani delle classi secondarie di I grado dell’Istituto Comprensivo C. Govoni, situato nel Quartiere Giardino. Lo spettacolo di Giulio Costa Senza Titolo offrirà infatti una riflessione ironica sull’insegnamento e sulla forsennata corsa dei docenti per spiegare il più possibile con poco tempo e poche risorse. Presso il Centro di Promozione Sociale “Acquedotto” invece si svolgerà un’attività dedicata agli anziani di tutte le età: un gioco da tavolo sperimentale, ideato dalle dottoresse Giulia Murgia e Valeria Tinarelli, progettato per tenere allenate – in maniera ludica e informale – le diverse abilità cognitive quali memoria, linguaggio, ritmo, attenzione e orientamento.

Il primo spettacolo che ufficialmente aprirà il Festival, giovedì 16, sarà la performance straniante dei Kepler-452 dove gli spettatori, muniti di cuffie, vedranno la realtà della propria città attraverso le voci degli autori, in questo Lapsus Urbano che si inserisce nella riflessione di tutto il mondo artistico su quale sia il significato del teatro, e dello spettacolo dal vivo in generale, in questo momento storico. Giovedì 23 settembre 10 attrici condurranno i partecipanti, uno spettatore alla volta, in un percorso rituale sulle sponde della Darsena con la Sposa del Fiume di Nicoletta Giberti.

Nei due venerdì 19 e 24 settembre le performance si terranno presso il Ristorante Scaccianuvole con il reading di Liliana Letterese e Andrea Lugli (Baule Volante) – che interpreteranno Il racconto dell’Isola Sconosciuta di José Saramago – e le narrazioni di Vittorio Continelli con Discorso sul Mito, un progetto che da dieci anni gira l’Italia incontrando il pubblico nei luoghi più disparati, raccontando passioni, avventure e metamorfosi di dèi e uomini.

Come nelle precedenti edizioni, per promuovere e sensibilizzare il pubblico al microteatro, prima e dopo il festival sono previsti altri appuntamenti nel Quartiere Giardino e in giro per la città.  Liliana Letterese e Andrea Lugli, con produzione Ferrara Off, porteranno delle letture all’interno delle mostre fotografiche di Riaperture Photofestival nella location di Grisù, reinterpretando il tema della Bellezza il 12 settembre – durante la visita guidata della mostra di Arianna Genghini Fiori nudi – e il 2 ottobre il tema della Longevità, all’interno della mostra di Lea Meienberg È Così la Vita – An Ode to Standstill.

Dalla parte opposta della città, giovedì 9 settembre alle ore 19.00 presso il teatro Ferrara Off in viale Alfonso I d’Este 13, si terrà l’anteprima del Festival: la compagnia olandese di danza Teddy’s Last Ride incontrerà il pubblico dove attualmente è in residenza artistica. Nel primo dei due sabati chiamati BONSAI OFF (18 e 25 settembre, presso gli spazi di Ferrara Off e MusiJam), la compagnia mostrerà poi quindici minuti di performance ideati in queste settimane di permanenza a Ferrara. Durante le 2 serate di BONSAI OFF si terranno anche microspettacoli che coinvolgono Maria Paiato, CollettivO CineticO, Alice Conti, Claudio Morici e Gigio Brunello.

Tutti gli ingressi sono a offerta libera con prenotazione obbligatoria su  www.festivalbonsai.it